Bloccato lo spot del forum nucleare

A me ‘m puzzava nuccò…

dal sito di Greenpeace:

Bloccato lo spot del Forum Nucleare. Giurì: è ingannevole
22 febbraio, 2011
Lo spot promosso dal Forum Nucleare è ingannevole. Noi lo abbiamo denunciato subito, ma ora al nostro parere si è aggiunto quello del Giurì dell’Autodisciplina Pubblicitaria che ha chiesto il blocco della messa in onda dello spot.
Lo spot, trasmesso a dicembre su tutte le televisioni nazionali, usava la metafora della partita a scacchi in cui due opposte visioni si affrontano: una favorevole al nucleare e l’altra contraria.
L’intenzione apparente era quella di promuovere un dibattito aperto e spregiudicato sul tema nucleare. L’inganno reale era invece che lo spot cercava di pilotare un’opinione precisa creando un pregiudizio pronucleare.
Andando a vedere chi erano i finanziatori dell’iniziativa – furbamente non dichiarati all’interno dello spot – si intuisce facilmente a quale mulino lo spot voleva tirare. Tra i soci del Forum Nucleare, ufficialmente un’ associazione no-profit, troviamo i nomi noti dell’industria nucleare: Enel, Edf (Électricité de France), Ansaldo Nucleare, E.On Italia… Sono loro ad aver investito i 6 milioni di euro necessari per “stimolare” il dibattito nelle case degli italiani.
La risposta di Greenpeace
A gennaio rispondiamo con un contro spot e un sito web nei quali – senza il bisogno di nascondere il nostro nome – mettiamo in evidenza le contraddizioni della campagna pubblicitaria del Forum.
In particolare:
“Le scorie si possono gestire in sicurezza”. E da quando? In sessant’anni l’industria nucleare non ha ancora trovato una soluzione per la gestione di lungo termine dei rifiuti nucleari;
“Tra 50 anni non potremo contare solo sui combustibili fossili”. È vero, ma anche l’uranio è limitato;
“Le fonti rinnovabili non bastano”. Sicuro? Uno scenario energetico 100% rinnovabile è possibile, come dimostrano analisi dell’Ue e dell’industria.
Il video, lanciato sul web senza gli ingenti investimenti pubblicitari del Forum Nucleare, è rimbalzato sulla rete grazie al passa parola, raggiungendo le 200.000 visite. Un buon risultato per noi, ma niente in confronto ai numeri raggiunti grazie alla televisione.
Il presidente del Forum Nucleare Chicco Testa, noto nuclearista italiano e già presidente di Enel, aveva dichiarato: «La nostra è un’iniziativa molto equilibrata. Dubito che una campagna pubblicitaria di Greenpeace, ad esempio, saprebbe essere altrettanto onesta intellettualmente».
A parte ogni considerazione sull'”onestà intellettuale” di Chicco Testa, vista la decisione del Giurì sarebbe adesso il caso di trasmettere anche il nostro spot in televisione, per avere un vero equilibrio nella discussione sul ritorno del nucleare in Italia.
Entra in azione
Il 2011 è un anno cruciale per fermare lo sviluppo del nucleare in Italia. Tra pochi mesi (la data non è stata ancora fissata) si terrà un referendum che può fermare i nuovi progetti di centrali nucleare per sempre. L’industria nucleare si sta già muovendo con un’imponente campagna pubblicitaria e di convincimento.

3 Responses to Bloccato lo spot del forum nucleare

  1. con piacere vi riporto una frase detta durante il nostro convegno sul tema “Solar Summit Revolution 2011”

    Così Paolo Ricci, ad di Terni Energia: “In questi giorni stiamo vivendo una situazione kafkiana, da una parte un nuovo conto energia che affossa la produzione di fonti rinnovabili, non tanto da un punto di vista quantitativo quanto per la mancanza di pianificazione che genera incertezza nelle aziende. Dall’altra, assistiamo alla crisi del petrolio, assistiamo alla catastrofe del nucleare in Giappone che ci ha messo di fronte a un nucleare che sicuro non lo è poi fino in fondo. Nucleare e le fonti rinnovabili devono essere sinergiche, si lavora su scale diverse, creare questa contrapposizione è un errore che ha anche generato questo conto energia. Desideriamo rispondere – continua Ricci – al Ministro Romani , quando afferma che il nucleare è pagato da pochi e le rinnovabili hanno un costo eccessivo che grava sui cittadini; vorremmo sottolineare che le fonti rinnovabili sono pagate dai cittadini ma il vantaggio è di tutti; sul nucleare ho dei dubbi, che i soldi andranno a pochi e soprattutto finiranno all’estero. La Borsa continua a premiare i produttori di rinnovabili, segno che gli investitori sono più lungimiranti dei governanti e continuano a investire malgrado le incertezze”.

  2. dematteisromolopodesta says:

    L’altro giorno Carlo Rubbia Nobel per la fisica cosi diceva: (stiamo assistendo ad una catastrofe nucleare dove i giapponesi erano considerati maestri mondiali nel gestirla).
    quindi, prima di prendere in considerazione il nucleare dovremmo dare priorità allo sviluppo delle energie rinnovabili)
    Se lo dice lui possiamo essere certi che le fregnacce non le dice.
    Di contro a tutto cio’, ultimamente si stà assistendo ad una controinformazione sulle prerogative delle energie rinnovabili,(smaltimento dei pannelli solari esausti,impatto ambientale,l’energia che serve per produrli e maggiore di quella che gli stessi andranno a creare.ecc.)tutto ciò crea grande confusione, e disorienta il comune cittadino.
    Forse dietro ttutto ciò ci sono le multinazionali, che poi andranno a gestire le centrali nucleari,
    vietandoci di essere piccoli produttori di energia PULITA?
    In parole povere mo vi dico la mia:le centrali atomiche se pur sicure al 99,9% presentano sempre quel 01% di rischio che si verifichi una perdita radioattiva, tale evento non è come la perdita di merda del depuratore di acquasanta che con una piena de trunte ripulisce tutto, la radioattività rimane per millenni rendendo quel territorio da lei invaso, inabitabile.

  3. maria says:

    Bravo Romolo per una volta siamo d’accordo. Hai dato ragione hai comunisti che mangiano i bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: