Offida ci riproverà

è veramente difficile trovare una foto sulle “terme” senza una gnocca seminuda, sarà un segno dei tempi. Ho preferito questa tela.

Ma veniamo a noi, mentre a casa nostra la questione terme sembra sbloccarsi (o forse no, o forse si, o forse no, o forse si) il sindaco di Offida Valerio Lucciarini annuncia che il 2011 sarà un anno problematico ma che nonostante ciò si rifaranno sotto nella questione “terme”:“è giunto il momento di una svolta, di passare definitivamente ai fatti, di mettere nero su bianco. Se entro sei mesi ancora non si muove nulla o non avremo ottenuto un progetto concreto – avverte Lucciarini – ci attiveremo in tutte le nostre forme di intervento” (frase del sindaco presa dall’articolo di Nicola Savini, Corriere adriatico)

è evidente che l’impianto termale continua a far gola, anche a chi non ha l’acqua.

 

 

 

7 Responses to Offida ci riproverà

  1. dematteisromolopodesta says:

    le assurde terme di offida vanno fermate .
    le terme si devono fare dove ci sono le acque termali .
    che il pres. della provincia di ascoli lo sappia

  2. Peppe says:

    Mentre a Roma si discute Sagunto viene espugnata….
    Mi viene in mente questo proverbio ogni volta che si parla delle terme di Offida. Mentre in Acquasanta TERME si aspetta il salvatore della Patria di turno per fare il secondo stabilimento, in Offida pur non avendo acque termali si è costituita una società di capitali in loco e si è ottenuta la promessa di un grosso contributo CEE (grazie ad Agostini).
    Forse dovremmo fare una società anche noi e poi trovare un santo protettore….
    Fuor di metafora ho proposto da tempo una società costituita dai tre albergatori acquasantani cui si potrebbero aggiungere privati cittadini e iniziare con beauty farm all’interno dei loro alberghi per poi puntare ad una SPA nel prossimo futuro…
    Insomma se la soluzione c’è essa è tutta ll’interno delle nostre mura cittadine, che non essendoci forse potrebbe iniziare da Acquasanta Terme ed espandersi nella provincia….

  3. maria says:

    Caro Peppe credi ancora nei miracoli eppure di bastonate ne hai prese tante. Ad ascoltare Canzian il 28 Gennaio, quanti imprenditori locali c’erano?

    • benedetto says:

      L’assenza di imprenditori è assolutamente colpa mia che non li ho invitati attraverso lettere specifiche, ma ci sono state alcune divergenze organizzative (mancata comunicazione con “ilcommune”). Comunque dalla riunione è uscito un nuovo modo di pensare, fare progetti e non solo evidenziare problemi. Aggiungo che il compito di favorire organi di commercio, consorzi nelle forme descritte dal TUEL è delle amministrazioni locali. Prendercela con gli altri perchè propongono idee, è sbagliato, lottiamo affichè la nostra idea termale sia più bella e più forte, progettiamo con chi conosce il mestiere, o facciamo progetti innovativi, e non sogni irrealizzabili. Aggiungo che stasera 3 febbraio a Rotella alle 21 c’è un incontro con tutti gli amministratori del PD delle zone montane, ci saranno l’On.Agostini, l’Ass, Canzian, il cons. Perazzoli. Presenteremo i nostri progetti, e stiamo già fortemente collaborando con le altre amministrazioni e componenze del PD montano per trovare avviare esperienze comuni.

      • maria says:

        Caro Peppe non hai risposto alla mia domanda. Quanti Imprenditori c’erano ad ascoltare Canzian e le tue proposte? Immagino pochi. Hai letto la risposta di Betto? . Questo è un paese sempre in campagna elettorale.Tutti contro tutti,nessuno si mette in ascolto e collabora con l’altro. Tutti dicono io ho la soluzione,io ho le idee giuste. Nessuno dice: incontriamoci ed insieme costruiamo il nostro futuro. Il PD locale quante volte ha chiesto d’incontrare i cittadini? Chiama le sue truppe solo per le RIDICOLE PRIMARIE. E’ scandaloso vedere i Fascisti andare a votare per le primarie ANCHE I COSIDETTI GIOVANI DEL PD LOCALE CONDIVIDONO QUESTO SISTEMA “STIAMO ZITTI” FORSE LA MAFIA NON è NATA IN SICILIA.AD AQUAS DOV’è

    • Peppe says:

      Io che credo ai miracoli, sarebbe proprio … un miracolo!
      Io credo nella forza delle idee che qualche volta fanno avverare certi sogni.
      Cara Maria, alla fine degli anni ’70 eravamo in pochissimi a chiedere la revoca della concessione termale e tutti ci prendevano per matti! Ora credo che tutti gli acquasantani siano convnti della giustezza di uell’idea e dell’ineluttabilità di quanto è avvenuto…
      Quindi, come ho detto all’incontro con Canzian, non vorrei essere solo la memoria storica delle Terme, ma vorrei proporre idee per il futuro.
      Quindi impariamo ad essere più concreti, più uniti, anche al di sopra delle parti politiche e convinciamo gli imprenditori, i politici aad operare per ilbene loro e di Acquasanta.
      ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: