è morto “tarzanitte”

Riportiamo dal sito del corriere adriatico:

Gino Mazzocchi, per gli amici Tarzanitte, non ce l’ha fatta. A distanza di alcune ore dal suo ricovero all’ospedale Mazzoni, a seguito di un incidente stradale lungo la Salaria Superiore, il settantenne è morto per le gravi lesioni riportate nel tremendo impatto fra il furgone che stava guidando con un pullman di linea diretto, con una ventina di passeggeri a bordo, verso Acquasanta Terme.Oltre a diverse fratture, l’uomo ha riportato lo sfondamento della cassa toracica con conseguente emorragia. Gli agenti della polizia stradale, intervenuti sul posto, hanno effettuato i rilievi previsti dalla legge e ricostruito la dinamica dell’incidente.

Gino Mazzocchi stava rientrando in città dopo una giornata di lavoro. Dopo aver percorso il tratto della tangenziale che da Mozzano conduce ad Ascoli, giunto all’altezza dell’uscita di Rosara, ha imboccato la bretella che porta allo stop che immette sulla Salaria Superiore.

Sembrerebbe che Mazzocchi, dopo essersi fermato, sia ripartito non accorgendosi che dalla sua sinistra stava sopraggiungendo un pullman di linea della Start diretto verso Acquasanta Terme. L’impatto è stato tremendo.

Il frontale del pullman ha sfondato l’abitacolo dalla parte del conducente che è stato colpito in pieno. Lo stesso conducente del pullman si è immediatamente prodigato per prestare i primi soccorsi a Mazzocchi e telefonicamente ha lanciato l’allarme.

Sul posto sono arrivate due pattuglie della polizia stradale di Ascoli e San Benedetto e l’ambulanza del 118.

Il medico ed i suoi assistenti hanno tentato di rianimare il ferito che non rispondeva alle sollecitazioni. Quindi lo hanno trasportato all’ospedale Mazzoni e preso in cura dai sanitari di turno che, in considerazione della gravità del suo stato, lo hanno trasferito nel reparto di rianimazione dove però è deceduto a distanza di qualche ora.

La notizia della morte di Gino Mazzocchi si è sparsa subito in città destando viva commozione fra i tanti che lo conoscevano, soprattutto negli ambienti sportivi dove spesso aveva tenuto dibattiti sulle metodiche di lavoro nella sala pesi. Da giovane aveva praticato con un certo successo la pesistica ed aveva avviato a questo sport, nonostante le notevoli difficoltà finanziarie, molti giovani che accoglieva con grande entusiasmo nella sua palestra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: