Wanna Marchi docet!!!

Forse vi sarete accorti che negli ultimi tempi (e non solo) in Italia sta impazzando la febbre del gioco, piu’ che febbre direi una vera e propria malattia. Ogni giorno siamo bombardati da spot pubblicitari che inneggiano alle piu’ disparate forme di gioco, nelle nostre citta’ i punti scomesse e slot room crescono come funghi. L’unico modo per risolvere la crisi sarebbe una bella vincita, le estrazioni ormai ci sono ogni due minuti…prima o poi vncerò anche io?!  Chi di noi , magari dopo un acquisto dal tabaccaio o una bevuta al bar non si e’ mai concesso una puntatina alla slot machine o ha acquistato un gratta e vinci? Beh, forse qualcuno si, comunque penso che siano davvero pochi! Sicuramente finche’ resta un “azzardo” di rado non provoca rischi (anche se personalmente rimango dell’idea che sia meglio tenerseli in saccoccia quegli euro), il problema si pone per quelle persone che “distratte” e allettate dalla possibilita’ di una vincita sostanziosa  finiscono in rovina. Col video qui sopra vogliamo trattare nello specifico il tema delle slot machine o per meglio dire (fonte wiki) della “macchina mangia soldi” . Sono comparse in Italia verso la fine degli anni 90 , all’inizio fecero la fortuna dei distributori e dei gestori, adesso, regolarizzate e controllate dallo stato producono  introiti  da capogiro,sempre pero’ a discapito delle persone comuni. A cadere nella trappola ci sono tutti senza vincoli di eta’: il ragazzo che si “sputtana la paghetta”, il  padre di famiglia che brucia il suo stipendio, la mamma che ci passa l’intero pomeriggio per finire con l’anziano che ci butta la già misera pensione!!! Nessuno e’ escluso. A questo problema il sindaco di Grome, Luigi Solinas vuole porre rimedio  proibendo con un ordinanza l’uso delle macchinette e dichiarando il comune “game free zone”, anche perchè tutte queste “disgrazie” finiscono per pesare sul groppone delle amministrazioni. Una bella iniziativa dal nostro punto di vista, noi ci teniamo aggiornati e se fosse davvero possibile proibire queste infernali macchinette proporremmo subito la cosa  alla nostra amministrazione. Sperando in un urlo liberatorio (alla Wanna Marchi) restiamo in attesa.

3 Responses to Wanna Marchi docet!!!

  1. Lorenzo says:

    Mi trovo in sintonia con il sindaco di Gromo(BG), queste sono macchinette infernali che succhiano soldi al malcapitato di turno. Statisticamente le possibilità di vincita con le suddette o con i gratta e vinci non ultimo superenelotto, sono veramente esigue. In particolar modo anche perchè le macchinette possono essere “manomesse” e quindi le vinceree diventa praticamente impossibile. Il fatto poi che in alcune regioni la loro distribuzione sia praticamente in mano alla malavita la dice lunga sui ricavi. Si dirà: “ma allora il libero arbitrio?”…vero se consideriamo il tutto un gioco, ma così non è. Non può considerarsi un gioco quando gira tanta moneta, quando bilanci familiari saltano, quando il tutto divente una vera e propria malattia con una dipendenza che sfiora quella per la droga. Quindi benvenga qualcosa che limiti tali patologie, patologie sfruttate dallo stato e che tanto danno arrecano alle famiglie. Probabilmente il sindaco lotta contro i mulini a vento perchè i giocatori incalliti ed irresponsabili andranno ad Ardesio o a Gandellino, ma è un segno importante affinchè sull’intero territorio nazionale possano essere vietate queste macchinettee mangiasoldi a affama famiglie. Ciao.

  2. maria says:

    Lorenzo le macchinette sono uno dei tanti mali. Bisogna rispettare le regole. Abbiamo un regolamento di polizia urbana facciamolo rispettare. Sei vice presidente di un ente inutile. Non fare il professore dai l’esempio

  3. Lorenzo says:

    In cosa dovrebbe consistere l’esempio, nel far sciogliere l’ente che tu definisci inutile? e qual’è il nesso con il regolamento di polizia urbana? Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: