La banda “bandita”…

Torniamo a parlare del complesso bandistico acquasantano, questa volta pero’ c’è una “nota” dolente, scusate il gioco di parole. Tutti conosciamo ormai da molti anni questo corpo bandistico, fa’ parte  della nostra storia, accompagna le feste patronali in tutto il territorio piceno (e non solo), organizza concerti e gemellaggi, è presente nelle scuole  dove in questi anni si e’ impegnata con il progetto della mini banda (un impegno sociale che contribuisce anche al ricambio dei componenti), insomma un ottimo gruppo che sponsorizza a suo modo il nome di Acquasanta Terme.

Tutti noi ne andiamo fieri. Purtroppo il maestro Mauro Sabatini ci comunica che una delle associazioni che dovrebbe promuovere in primis queste belle realta’ cioe’ la pro loco, si sta schierando apertamente contro il complesso:

Mauro Sabatini: “Mi avete chiesto di aggiornarvi sulla banda vi dico che sabato 20 novembre abbiamo fatto il concerto di S. Cecilia al testro ed è stato molto apprezzato, fra gli spettatori c’era il presidente nazionale dell’AGIMUS che ci ha invitato ad andare a fare un concerto al parco della musica sala SInopoli, il tempio della musica a Roma, il 10 maggio 2011, mentre qui qualcuno cerca di far finire la banda mi riferisco al presidente della pro loco il quale da un po’ di tempo si è schierato apertamente contro il nostro complesso bandistico, fra i fatti più recenti la minaccia di non farci suonare a S. Giovanni l’anno prossimo e per ultimo quest’anno il consueto concerto di Natale non verrà fatto dalla banda ma da Amici del presidente della pro loco. beninteso che il Comune non c’entra, anzi devo ringraziare l’assessore Amici per la vicinanza alla nostra banda.”

Dopo questa sconcertante segnalazione non ci resta che discutere la cosa qui nel blog con tutti i cittadini, sperando  anche in una partecipazione ed una spiegazione dalla controparte (pro loco).


28 Responses to La banda “bandita”…

  1. Lorenzo says:

    Appartenendo al direttivo della Pro Loco mi ritengo coinvolto nella discussione e voglio puntualizzare alcune affermazioni a mio avviso ingiuste.
    1) Per la festa di San Giovanni ogni anno viene istituito un comitato, quindi la Pro Loco non ne ha assolutamente l’esclusiva, vi partecipa, come altri, per l’organizzazione della manifestazione. Pertanto è il comitato che decide come organizzare la manifestazione.
    2)Per quanto riguarda il concerto di Natale ricordo che Mauro aveva manifetato l’idea di non prendervi parte. A questo punto la Pro Loco cosa doveva fare? Le strade erano due: non farlo o organizzare comunque l’evento invitando un’altro gruppo. Si è semplicemente optato per la seconda scelta.
    3) Non credo che la Pro Loco remi contro la nostra banda e lo testimonia anche l’ultimo gemellaggio con San Cipriano Picentino. Oltre alla fattiva collaborazione dell’Amministrazioene, un membro del direttivo, Peppe Parlamenti, si è fatto carico quasi esclusivameente della logistica ed dell’organizzazione dei tre giorni in cui si è svolto il gemellaggio.
    Tutto questo su espresso mandato dalla Pro Loco.
    Inoltre voglio ricordare che tutti i master per la banda che si sono svolti in questi anni, sono stati organnizzati dall’Amministrazione con la collaborazione della Pro Loco.
    Se ci sono state incomprensioni, e può darsi che ci siano state, queste non devono leggittimare effermarmazioni che i fatti smentiscono. Ciao.

  2. Lorenzo says:

    P.S. La data per il concerto di Natale dovrebbe essere il 23/12/2010 ore 21.00 (sarò più preciso quanto prima) presso il teatro “Casa dei Combattenti”. Se è ancora intenzione di Mauro fere il concerto di Natale credo che nessuno voglia o possa impediro, stabliamo una data e lo si fà. Ciao.

    • Mauro says:

      Caro Lorenzo forse non sai a cosa mi riferisco : riguardo alla festa di S. Giovanni 2 domeniche fa Gianni è andato dal presidente per farsi dare il solito contributo di suddetta festa, saprai benissimo che è poca cosa , il presidente della proloco ha detto a Gianni (a questo punto non so in quale veste) che un altr’anno la banda di Acquasanta se non ci sono i soldi non suonerà, a prescindere che la banda di Acquasanta la processione la fa anche gratis, penso che gli acquasantani € 5 per far suonare la banda li darebbero volentieri, meno se invcece la banda non fosse chiamata a suonare.
      Riguardo al concerto di Natale è vero che avevo detto che non potevo garantirlo in quanto dimissionario, ma mi semvrava più logico da parte dell’ass. pro loco, visto che in parte ne era la causa, di venire da me a farmi cambiare idea come del resto ha fatto l’assessore Amici, anzichè prendere la palla al balzo per sostituire il ns concerto con un altro, sia ben inteso io non dico che non si possano fare altri concerti nel periodo natalizio, dico semplicemente che era meglio fare il Concerto di Natale con la ns Banda e durante le feste magari organizzarne altri visto che adesso avete le risorse finanziarie.
      In riferimento al gemellaggio in quella sede 2 domeniche fa il presidente ha rinfacciato a Gianni di aver fatto tanto per il gemellaggio. Conti alla mano, a parte il gran lavoro che ha svolto Peppe Parlamenti designato da voi ad essere il super visore nonchè gestore dello scambio (cosa decisa da voi che ci è sembrata sin dall’inizio un abuso da parte della vs ass.)la vs associazione nulla ha fatto di concreto sia a livello monetario che di partecipazione, vi ricordo che la settimana prima di andare a S. Cipriano contattai io Peppe per dirgli se veniva come rappresentante e lui mi disse di non essere al corrente della cosa e che aveva previsto un altro impegno in quei giorni. Solo dopo essere venuto giù si è reso conto, come credo anche tu, dell’importanza della cosa e che non era solo una gita della banda, a quel punto è stato suo pensiero accoglierli nel migliore dei modi, ma in tutto questo non vedo coinvolgimento del presidente della proloco. A livello finanziario essendo stato anch’io in stretto contatto con Peppe ed avendo il rendiconto finale non mi risulta come già detto che la pro loco abbia speso un euro di tasca propria, che si sappia la somma spesa dal Comune ammonta a circa € 2200,00/2350,00 non considerando che ci potrebbe essere anche un contributo specifico da parte dei Bacini Imbriferi di € 1000,00, a dovere di cronaca faccio sapere che alla banda il costo del gemellaggio è stato di oltre € 3000,00 senza aggiungere i nostri sponsor che hanno fatto scendere notevolmente la spesa da parte del Comune e la manodopera riguardante la logistica.
      I master sono stati fra le cose più interessanti dell’Amministrazione, ma anche qui a parte il fatto che sono stati fatti non solo quelli organizzati per la banda (la ns banda non ha nessun corno ed il 1° è stato anche motivo di discussione da parte vs, ma forse era lo scopo di chi l’ha proposto creare problemi ) nonostante questo nel tagliare si è tagliato il master di ottoni e rischiava anche quello di sax non l’altro che vedeva impegnate poche persone di Acquasanta, comunque non ricordo bene il supporto della proloco, visto che nei master da noi organizzati è stato presente solo l’Assessore Amici e tutto ciò che riguarda la logistica l’ho gestita io, forse ti riferisci alla produzione di manifesti? quello di sax erano delle fotocopie dell’anno precedente, ma se ti riferisci a quello di corno allora non posso dirti niente perchè io non potevo nemmeno assistere al master.
      Come vedi i fatti sono altri, forse non sei stato aggiornato, sai benissimo che quello che penso lo dico palesemente, ma non porto rancore mi sembra di avertelo dimostrato, ci tengo alla banda e la difenderò da chiunque possa farle dei danni ti saluto Mauro

  3. Mauro says:

    ho dimenticato di precisare che giovedì prima della festa d’autunno mentre eravamo impegnati per l’ospitalità alla banda di S. Cipriano, Peppe ha chiesto se alcuni ragazzi potevano fare volantinaggio per la festa d’autunno presso i centri commerciali di Ascoli, sono andati in 3 Lillo, Giorgia e Matteo a loro spese per tutto il pomeriggio, con questo non pretendo che si dica che la banda ha contribuito attivamente alla riuscita della festa.

  4. Lorenzo says:

    Abbiamo la stessa età ma vedo che quei mesi in più ti stanno giocando un brutto scherzo alla memoria, cosi sdrammatiziamo un pò il tutto, ma voglio puntualizzare ulteriormente. Riferendomi ai master, che da anni vengono tenuti ad Acquasanta T., voglio solo ricordare, senza nessuna polemica, che tali manifestazioni sono iniziate con la mia Presidenza alla Pro Lolco ed il contestuale assessorato dell’amico Francesco. Ricordo ancora quando ad una riunione ci proponesti questi master e valutandone le potenzialità fu deciso di collaborare tutti insieme a tal fine, all’epoca non si trattava solo di volantini e locandine. Collaborazione che non fu negata allora come non è stata negata oggi. La Pro Loco, ribadisco, ha sempre cercato di collaborare, se dopo ci siano o no delle frizioni tra le singole persone è un altro discorso. La Pro Loco ha il dovere morale, oltre che per statuto, di collaborare con le varie realtà locali. Questo lo ha sempre fatto e continuerà a farlo in futuro. Ciao.

  5. maria says:

    Io su questa discussione ci capisco poco. Litigare su delle cose veramente belle fatte ad Acquasanta lo trovo assurdo I master ad alto livello, il gemellaggio bellissimo, la bellissima festa d’autunno.Comunque noi Acquasantani vi dobbiamo essere grati per quello che avete fatto e spero che continuerete a fare.L’amore non è bello se non è litigarello

  6. Mauro says:

    E bene si sono un po’ più vecchio, forse è vero che abbiamo iniziato i master in collaborazione Comune Proloco e Banda, chiedo venia l’età, ma perchè per uno di questi non mi avete neanche informato se non a cose fatte? non mi si verrà a dire che chi l’ha proposto l’abbia fatto per il bene della banda!!! Sicuramente saprai che non sono io la causa di queste tensioni, ma di chi le alimenta e soprattutto di chi fa il suo gioco, basti pensare che il giorno della vigilia di Natale dello scorso anno sono stato tutto il pomeriggio dietro la minibanda che doveva suonare gratuitamente per la pro loco e il presidente era lo stesso, che a carnevale mi sono fatto carico di allietare la sfilata organizzata dalla proloco chiaramente senza nessun compenso, il presidente aveva detto che ci avrebbe fatto fare dei concerti anche se con solo un piccolo contributo per le spese a partire dalla festa di primavera non si è fatto ne allora ne mai se non fosse stato per Francesco che ha trovato un buco per rimpiazzare uno spettacolo teatrale saltato. Questo ti sembra un modo di collaborazione reciproca o univoca? a me sembra la seconda, allora si aiutano le realtà locali chiedendo solo favori? Ti consiglio di rilegerti tutto il programma dell’estate vedi se c’è stato da parte della proloco un piccolo spazio per la banda, mi sembra invece che a qualcun’altro questo spazio era stato concesso anche se poi è saltato. Sai benissimo cosa c’è dietro e sicuramente non è voluto da me. Ti saluto penso di averti fatto perdere anche troppo tempo, comunque il Concerto di Natale della banda non è ne un’esigenza mia ne della stessa banda doveva essere una manifestazione fatta in sinergia, non una vs concessione!! ciao

  7. Peppe says:

    Beh è veramente strano che proprio io debba fare il pompiere, visto che sono incendiario per vcazione. Ma la banda e la musica in generale sono nella mia mente e nel mio cuore così come la Pro-Loco che ho fondato e dunque anche un po’ figlia mia.
    Comunque finchè farò parte del direttivo (e pure dopo…) continuerò a sostenere la banda per le sue attività meritorie nei confronti dei giovani e per i risvolti culturali che genera. Questo sopstegno però, come Mauro sa, non può essere esclusivo perchè, a mio gudizio, la Pro-Loco e tutti coloro ai quali piace la Musica devono ricercare altee forme ed altri contributi musicali tali per confronti costruttivi ed esempi da imitare.
    La Pro-Loco svolge un ruolo esenziale nella promozione turistica del paese ma anche un ruolo socio-culturale nei confronti dei cittadini. Acquasanta Terme ha bisogno di tutte e due. Insomma bando alle polemiche ed avanti con la collaborazione! Cioa a tutti

  8. Bandista says:

    È la banda il Panda della musica, l’«animale culturale» a rischio estinzione. Le storiche bande di paese, abbandonate dallo Stato, sono allo sbando e potrebbero chiudere. «Chiamiamo le cose come sono: è un delitto culturale», tuona Riccardo Muti. «Le bande rappresentano, per tante città del nostro paese, l’unica occasione di ascoltar musica, spesso gratuitamente». Ma le 3 mila bande italiane dipendono dalla sensibilità dell’assessore di turno (o meglio dagli enti territoriali). Servono soldi per l’acquisto degli strumenti, gli spostamenti, i locali per le prove, i corsi di formazione. «Non devono essere istituti assistenziali, chi è responsabile non può alzare le spalle con un vago sorriso ma ha l’obbligo di mantenere in vita queste compagini».
    Nuti
    I rapporti con gli enti da quando e’ nata la banda d’Acquasanta (per problemi economici e culturali)sono andati sempre piu’ in declino.
    Il Complesso bandistico “Luigi Sabatini” di Acquasanta Terme è stato in passato un vero e proprio organo comunale (vedi i vecchi maestri stipendiati.. ma questo nn e’ un problema perche’ la banda d’acquasanta e’ innanzitutto una passione..sia per chi è parte attiva in essa, sia per i nostri amici). Ciò stava a dimostrare che il rapporto con gli enti locali era molto piu’ solido. C’era necessita’ da parte di tutti della presenza della banda. Sono più o meno 17 anni che suono con la banda e ricordo i tanti concerti organizzati in passato per la stagione estiva… processioni, e trasferte nel nostro territorio…Ora purtroppo non è più così, e non sono il solo a dispiacermi di tale situazione, sia come bandista che come Acquasantano.
    Ricordo che la banda è parte integrante della CULTURA di un paese, e dell’Italia intera e per tanto va tutelata e sostenuta (ricorderei a proposito di Cultura il min. Bondi e il caso Pompei..)
    Sono gli enti locali a dover cercare la Banda e non il contrario..(la vedo una cosa molto insensata)…
    Non dobbiamo sottovalutare la ricchezza che abbiamo. In ogni famiglia acquasantana c’e’ un bandista o un ex bandista… tutti sono passati per questa grande famiglia.
    La banda non deve sentirsi mai debitrice nei confronti delle varie amministrazioni, non dovrebbe neanche ringraziare chi ci permette di suonare.
    Il favore lo fa la Banda al territorio (con molta gioia e anche qualche bel sacrificio).
    Chi non Ama la Banda d’Acquasanta NON e’ un vero acquasantano; come chi non ama tutte le varie associazioni che hanno grandi storie nel nostro territorio e ci arricchiscono e ci rasserenano ognuna nel suo campo.
    Penso a nome di tutti i bandisti “semi banditi” di chiedere MOLTI ONERI E MOLTI ONORI per il nostro Complesso Bandistico “Luigi Sabatini” DI ACQUASANTA TERME.

    • IrenA\\ says:

      “La banda non deve sentirsi mai debitrice nei confronti delle varie amministrazioni, non dovrebbe neanche ringraziare chi ci permette di suonare.”

      Quoto in pieno. Grazie Bandista!

  9. Mauro says:

    Non voglio prolungare questa situazione, ma forse non riesco a farmi capire eppure sai caro Peppe come la penso, il problema non è legato a chi viene a suonare, ben venga qualsiasi formazione musicale che ci aiuti a far crescere, il problema che io sollevavo sembra non voglia essere toccato da nessuno, vi si gira intorno. Comunque da questo momento non ho più intenzione di dire ciò che non vuole essere capito quidi mi limiterò a leggere quello che si scriverà senza alcun commento.

  10. Bandista says:

    è poco tempo che faccio parte della Banda , però penso che noi tutti componenti abbiamo fatto e continuiamo a fare tanto.in questa discussione non ci capisco tanto ma come ho potuto capire c’è qualcuno che non “sopporta” la nostra banda. comunque io dico solo una cosa, chi “sparla” della nostra banda lo fa perchè non sa i sacrifici che si fanno e in primis i sacrifici che fa il maestro MAURO. iniziate a partecipare un pò di più e poi vedrete quello che significa.io penso che prima di parlare è meglio pensare a ciò che si sta per dire, altrimenti poi ci si pentirà amaramente. W LA BANDA “LUIGI SABATINI”.

  11. maria says:

    caro bandista la verità forse stà nel mezzo. La banda è importantissima ma anche la proloco ha la sua importanza. Da persone innamorate d’Acquasanta devono tutti fare un passo indietro. Mettere da parte i pregiudizi,mettere una pietra sul passato e guardare avanti per il bene dei nostri ragazzi. W LA BANDA W LA PROLOCO

    • Bandista says:

      Il rapporto deve essere diverso,la pro loco, il comune hanno il dovere di fare crescere questi pezzi di storia; dovrebbero sentire anche una grande esigenza di sfruttare queste risorse. la banda e’ una risorsa come il travertino e l’acqua solfurea!!!!!!!!!
      PS: ci sono molti paesi della provincia che vorrebbero avere una realta’ come la nostra… e noi dovremmo sfruttare questa fortuna il piu’ possibile (fortuna non solamente per la banda e bandisti ma per tutto il territorio).

  12. maria says:

    scusami ma la banda è più importante sia delle terme sia del travertino.La banda è vita. Per il rapporto è quello degli esseri umani, deve prevalere il buon senso, la ragione su l’essere bestiale che è dentro di noi.

    • Bandista says:

      sono molto contento di quello che dici.
      scusami stai allora quasi accettando un essere bestiale della pro loco? io non dico questo!!!! pero’ mi rammarica.
      Se la banda e’ vita la pro loco dovrebbe essere sangue

  13. Alessandro Paddeu Bandista says:

    La Banda di Acquasanta ha la stessa importanza del travertino e dell’acqua sulfurea, bisogna investire in tutte queste direzioni. La mia “ricetta” riguardo la funzione che potrebbe avere la pro loco o comune o altri enti, è quella di incentivare, non solo economicamente (per quello basterebbe una autotassazione annua a bandista), la funzione culturale, musicale, di aggregazione, della Banda. Come pro loco proporla fuori del semplice contesto acquasantano, come un “prodotto” del luogo, abbinata alle potenzialità economiche e turistiche presenti nel nostro territorio. La Banda può essere un veicolo di scambio e promozione, lo dimostra il gemellaggio, o cmq le piccole attività estive che compie il complesso bandistico. Giustamente la pro loco, per sua stessa natura, deve variare l’offerta di promozione, invitando diverse realtà musicali, turistiche, lavorative, ecc, è un modo come un altro per condividere, migliorare, scambiarsi opinioni, crescere. Ma tutto questo deve coincidere con una unità di intenti, lasciare da parte le antipatie, gli screzi e altro, che sono parte di una discussione, ma che non deve fare deviare dal percorso comune, migliorare il nostro territorio. Byez

  14. maria says:

    La banda è vita come la proloco perchè fatti di uomini che devono far prevalere la ragione su l’istinto

  15. heeeeheeeheheeheh says:

    Io penso che la banda E’ UNA DELLE POCHE COSE RIMASTE in questo comune!
    e se va avanti da tutti questi anni ci sarà un perchè???
    è anche vero che andrebbe rimodernizzata….con pezzi attuali,e piu moderni;visto e considerato che il 60-70% dei bandisti è di età inferiore ai 30 annI.
    colgo l’occasione per ringraziare Mauro,perchè è grazie a lui,che riusciamo a portare avanti questo complesso,e la nostra passione per la musica!!!

    • Bandista says:

      io mi allego al bandista, ringrazio vivemente MAURO perchè è grazie a lui se noi siamo andati avanti con questo complesso. GRAZIE MAURO.

  16. maria says:

    Certo dobbiamo ringraziare Mauro. Facciamolo il 27 Dicembre nel nostro bellissimo Teatro al concerto di Natale come tutti gli anni. Vediamo quanti acquasantani saranno presenti. Qualcuno mi sa dire se l’amministrazione comunale aiuta la Banda?

  17. bandista says:

    ma allora il concerto a Natale si fa o non si fa????? xkè qui non si capisce….

  18. ex acquasantano says:

    Non ci posso credere ..non ci voglio credere. Manco dalla mia città da molto tempo per la mia età, ma sentire queste cose mi fa ancora più male.
    Non posso credere che un comune cosi non si stringa intorno ad una istituzione come la banda. Chiedo a tutti con molto dolore di disertare il concerto di Natale se non verrà fatto dalla banda..
    ma questa pro loco che cosa fa…è pro acquasanta o pro qualcuno…

  19. Bandista says:

    indiscrezioni mi dicono che il concerto del 27 non si fara’!!!!

    Una tristezza così non la sentivo da mai
    ma poi la banda arrivò e allora tutto passò
    volevo dire di no quando la banda passò
    ma il mio ragazzo era lì e allora dissi di sì.
    E una ragazza che era triste sorrise all’amor
    ed una rosa che era chiusa di colpo sbocciò
    ed una frotta di bambini festosi si mise a suonar come fa la banda.

    E un uomo serio il suo cappello per aria lanciò
    fermò una donna che passava e poi la baciò
    dalle finestre quanta gente spuntò
    quando la banda passò cantando cose d’amor
    quando la banda passò nel cielo il sole spuntò
    ma il mio ragazzo era lì e allora dissi di sì
    la banda suona per noi, la banda suona per voi.

    E dai portoni quanta gente cantando sbucò
    e quanta gente da ogni vicolo si riversò
    e per la strada quella povera gente marciava felice dietro la sua banda.
    Se c’era un uomo che piangeva sorrise perché
    sembrava proprio che la banda suonasse per lui
    in ogni cuore la speranza spuntò quando la banda passò

  20. Raffaele Marrone da S. Cipriano Picentino (SA) says:

    Mi permetto di entrare in merito alla discussione perché ho avuto la fortuna di conoscere MAURO SABATINI E LORENZO CIARMA, e posso dire che sono due persone squisitissime
    Mi ricordo la prima chiamata fatta da me a Mauro per la nostra prima conoscenza ed impostare il nostro progetto che era IL GEMELLAGGIO.
    Voglio dire e ricordare a LORENZO che la mia banda circa sei anni fa causa l’intromissione della PRO LOCO (ENTE/ASSOCIAZIONE “fatti loro”) abbiamo avuto un bel po’ di anni di inattività facendo morire ogni piccola speranza dei giovani di poter suonare …
    Infatti un giorno decidemmo di invertire la rotta e quindi abbiamo spazzato tutto e tutti dimostrando che chi crede nel sociale supera tutti gli ostacoli.
    Dico e rammendo invece a MAURO di andare avanti e combattere contro qualsiasi intromissione nella vita della sua BANDA … sono testimone senza problemi del lavoro tuto e dei tuoi ragazzi che hai svolto per farsi che la tua Banda fosse di un certo livello … e quindi avanti per la tua strada.
    Invece dico ambedue di non dimenticare di essere stati presenti e promotori di un evento di socializzazione quale il gemellaggio voluto da me e quindi di restare uniti nel progetto sociale quale la banda come mezzo di aggragazione.
    Forza ed andate avanti come vi ho conosciuti io il 16 maggio 2010 senza battibecchi stupidi.
    Vi auguro che questo messaggio sia percepito con affetto ed amore da chi ha scritto anche non vivendo la vita di ACQUASANTA TERME.
    Ciao e Buona fortuna da Raffaele

  21. Bandista says:

    mi sembra una cosa veramente ingiusta quella di fare certi giochetti per allontanare Mauro e i bandisti dalla banda;situazioni del genere distruggono le piccole e grandi ambizioni di ogni singolo componente della banda dal più importante, il maestro,all’ultimo arrivato soprattutto quando tutto succede per portare avanti delle simpatie e delle idee contrarie a Mauro e al complesso Bandistico Luigi Sabatini.Ogni associazione ha il proprio compito, quello della pro-loco non è quello di dover far suonare per forza la banda ma neanche quello di pubblicizzare persone e gruppi che remano contro la banda soltanto per antipatia del Maestro. C’è da ricordare che nessun altro Maestro sarebbe riuscito a fare per la banda tutto quello che Mauro ha voluto per essa per il semplice fatto che lui AMA la banda perchè ha da sempre fatto parte della sua vita e della sua famiglia,il coraggio e la dedizione di Mauro sono da premiare non da demolire perchè ad oggi che conosco bene la banda e Mauro posso affermare a voce alta che la banda è di MAURO e va avanti solo con le fatiche di MAURO.Altri avrebbero mollato già da tempo remando soli controvento!!!!!!!!!!!

  22. Lorenzo says:

    Voglio ringraziare innanzitutto Raffaele, la sua famiglia, il Sindaco e tutti gli abitanti di San Cipriano Picentino per l’affettuasa accoglienza ricevuta. Voglio rassicurare sia Raffaele e tutte le persone che hanno scritto su questo blog. Tra il direttivo della Pro Loco e Mauro in data 2/12/10 c’è stato un chiarimento inerente a quanto riportato sul blog. Abbiamo parlato, discusso…anche in maniera animata, ma ci siamo chiariti.Non poteva essere altrimenti fra due associazioni che lavorano per il bene della nostra comunità. Certo alcune incomprensioni tra me e Mauro c’erano state, dettate probabilmente dalla testardaggine che ci contradistingue(sarà dovuta forse alla stessa classe di nascita?!) Pertanto si è stabilito che sia il direttivo che la banda in futuro saranno chiamate a collaborare in maniera maggiore. Con questo spero di mettere una parola fine a questa vicenda che, lasciatemelo dire, si stava prestando ad ingiuste strumentalizzazioni. Ciao.

  23. maria says:

    Bravo Lorenzo. Aspetto tue notizie sulla vetreria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: