Mac Asculà: hamburger, liva e anisetta!

Stando al Resto del Carlino oramai Ascoli è diventata il centro del mondo Mac. Si parla ora di una misteriosa bevanda ascolana da aggiungere nel menu…anisetta e hamburger? Si ipotizza anche un fantastico meeting dell’azienda multinazionale sotto le cento torri, strano che scelgano una città dove la loro succursale ha chiuso i battenti poco dopo aver aperto…ovviamente si parla di super guadagni super ritorno economico e turistico. E allora dai dai dai col clown dai capelli rossi!!!

Con imbarazzo vi riporto l’articolo del Resto del Carlino:

Dopo le olive,bibite ascolane da Mc Donald’s

Si tratta di un’indiscrezione che trapela per quello che sarebbe già stato un primo contatto tra la multinazionale e l’azienda che opera sul territorio

Ascoli Piceno, 17 settembre 2010 – L’occhio lungo di Mc Donald’s arriva alle eccellenze del territorio piceno e, Mc oliva a parte, ora spunta anche un’altra ipotesi,ancora in fase decisamente embrionale, per coinvolgere un’azienda picena produttrice di bevande nel circuito del fast food più famoso al mondo.

Si tratta, al momento, di un’indiscrezione che trapela per quello che sarebbe già stato un primo contatto tra la multinazionale e l’azienda che opera sul territorio ascolano, considerando che, comunque, a parte l’approccio, tutto il resto è ancora tutto da decidere, da scoprire, da definire.

Si starebbe valutando con attenzione, infatti, l’opportunità di inserire le bevande dell’apprezzata azienda locale che sarebbe stata contattata nei menù ufficiali della Mc Donald’s in tutti i punti di ristorazione, della catena, a livello nazionale. Nella fase attuale, che è avvolta nel silenzio più assoluto per quel che riguarda gli eventuali accordi, le modalità, la tipologia di produzione e quant’altro sia legato all’ipotesi di accordo, si starebbero esaminando tutti gli aspetti ed i dettagli che un’operazione del genere richiederebbe e includerebbe.

La certezza, per ora, è che una multinazionale come la Mc Donald’s sembra davvero aver messo gli occhi su un territorio ricco di eccellenze. Chiaramente, qualora le strategie dovessero prevedere chiare garanzie e collimare con quelle delle aziende produttrici locali, le operazioni avrebbero anche un evidente ritorno economico ed occupazionale. E le attenzioni non si limiterebbero solo all’approccio commerciale e gastronomico, considerato anche – come confermato di recente dal consigliere regionale Valeriano Camela, che ha avuto contatti diretti con la responsabile menù della catena del fast food – ci sarebbe anche la concreta ipotesi di realizzare ad Ascoli, presumibilmente nell’arco del 2011, la convention del gruppo mondiale e leader del settore fast food proprio sotto le cento torri.

Convention che significherebbe anche un notevole flusso di dirigenti della Mc Donald’s e loro famiglie provenienti da tutto il mondo. Un discorso che andrebbe ad inserirsi perfettamente nel quadro già abbozzato di ampliamento del progetto di accoglienza congressuale che ha già visto la città ospitare i congressi nazionali di Fai, Italia Nostra ed ora anche del Cai.

Luca Marcolini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: