Mac Liva

Leggendo il Resto del Carlino del 17 Agosto scorso abbiamo appreso che la più grande catena di fast food mondiale ha intenzione di introdurre nei suoi menu la nostra specialità più caratteristica. L’articolo è pieno di lodi e carico di innocenti aspettative verso il colosso multinazionale… a noi la situazione sembra leggermente diversa.

Si sa, McDonald’s non è propriamente sinonimo di qualità, nonostante le astute campagne pubblicitarie che ultimamente hanno lanciato il panino con il parmiggiano reggiano da 13 mesi di stagionatura (giuro che è vera) e la loro sana insalata (che però ha più grassi di un hamburger).A noi piace ricordarlo come il protagonista di Super Size Me: (fonte wikipedia) …la pellicola segue un esperimento portato avanti dal regista: per un mese (30 giorni) Spurlock mangia solamente cibo venduto da McDonald’s, tre volte al giorno, ogni giorno[..] Dopo 30 giorni di colazioni, pranzi e cene nei locali della catena, guadagnò 11 kg ed incrementò la sua massa corporea del 13%. Durante ľesperimento, inoltre, Spurlock si trovò a provare improvvisi e repentini cambi di umore, disfunzioni sessuali e danni al fegato, i quali lo portarono in condizioni critiche alla fine dell’esperimento. A detta dei 3 diversi medici che lo visitano (e che compaiono nel film) la causa di tali problemi è l’eccessiva quantità di calorie assunte, la grande quantità di caffeina e soprattutto gli zuccheri e grassi contenuti nei cibi.

” L’auspicio è che questa importante iniziativa non porti benefici soltanto ad un produttore, dal punto di vista commerciale, ma che riesca a coinvolgere tutti i produttori qualificati sul territorio in grado di poter contribuire alla produzione su larga scala“. Forse qualcuno non ha chiara l’idea di produzione per il Mac. Non significa produrre 4 olive a mano, neanche 4.000, significa sfruttare al massimo tutto, dagli allevamenti per le carni fino alle piantagioni per le olive. Pensare che la produzione possa avere sede nella nostra vallata è da ingenui, come se si volesse inserire in un panino il lardo di Colonnata e magari produrlo li, in un borgo di 350 persone, o meglio come se il pesto alla genovese venisse fatto solamente a Genova. Ormai le leggi del mercato sono diverse, si stringe un accordo, il Mac che spingerà con al sua “oliva ascolana” e quello che gli italiani troveranno a fianco al loro hamburger sarà solamente una bruttissima copia della brutta copia industriale (che gia abbiamo)che a sua volta è la brutta copia dell’oliva fatta da nostra nonna a mano.

Sempre nell’articolo si legge che questa è “…una notevole possibilità di promozione a livello nazionale per la città…”. Per quanto riguarda il ritorno di immagine posso essere daccordo, se siamo cosi messi male da non riuscire a reclamizzarci da soli (vedi spot delle marche) tanto vale accontentarsi dell’aggettivo “ascolana” affiancato al logo Mac nei cartelloni che reclamizzano un panino.

Sfido chiunque a trovare un aspetto positivo in questa cosa, a me continua a sembrare schifosa. Di vantaggi per la città non ne vedo, anche perchè a monticelli il McDonald’s ha pure chiuso da un pezzo.

Dopo l’acqua svennemece pure la liva, ppuò l’aria, ppuò vedeme che c’aremane.

La notizia dal corriere:

Ascoli Piceno, 17 agosto 2010 – La ‘Mc Oliva Ascolana’ come prodotto di punta della catena Mc Donald’s per il 2011 fa già parlare di sé. E spunta anche l’ipotesi di richiedere un contributo del Ministero dell’agricoltura a tutela della qualità del processo di distribuzione su larga scala. Insomma, la conferma dell’inserimento del prodotto gastronomico locale nei fast food di tutta la Penisola, col marchio della storica multinazionale, ha già scatenato interesse e apprezzamenti per quello che questo passaggio, fortemente voluto dal consigliere regionale Valeriano Camela, potrà portare, a livello di benefici, al territorio ascolano.

E in tal senso non può che esprimersi positivamente anche l’assessore comunale al turismo, Cesare Celani, che rimarca i benefici a livello di promozione della città e lancia proprio l’ipotesi di garantire la qualità della produzione per il fast food attraverso il coinvolgimento del Ministero dell’agricoltura. “L’iniziativa è lodevole e importante. – spiega Cesare Celani – e non posso che complimentarmi con chi la ha promossa”.

“Si tratta di una notevole possibilità di promozione a livello nazionale per la città di Ascoli. Poi, entrando nel dettaglio, ci dovrebbero essere alcuni aspetti da mettere a punto e da tenere sott’occhio. Innanzitutto, l’auspicio è che questa importante iniziativa non porti benefici soltanto ad un produttore, dal punto di vista commerciale, ma che riesca a coinvolgere tutti i produttori qualificati sul territorio in grado di poter contribuire alla produzione su larga scala. Non dovra vincere una sola persona, ma tutto il territorio ascolano, sia dal punto di vista turistico che economico.
Ma mi sembra che queste siano già le basi su cui ci si sta muovendo”.

“L’altro aspetto da preservare – prosegue l’assessore comunale al turismo – è quello della qualità dell’oliva ascolana. E’ chiaro e non confutabile che il prodotto così come concepito sulla base delle ricette originarie è costoso e, dunque, potrebbe faticare ad inserirsi in fasce di prezzo come quelle abitualmente utilizzate dalla Mc Donald’s. Si consideri che con 5 euro si prende un intero menù… E’ vero, innanzitutto, che lavorando su larga scala si potranno comunque abbattere un po’ i costi delle materie prime, ma a mio avviso sarebbe auspicabile coinvolgere direttamente il Ministero dell’agricoltura, così come avvenuto, ad esempio, per il ‘valdostano’, ovvero un menù che Mc Donald’s propone rifacendosi ad un prodotto italiano da tutelare. Ed in questo senso, il ministero ha erogato contributi a salvaguardia della qualità. Ecco, la stessa cosa potrebbe avvenire per l’oliva ascolana…”.

Luca Marcolini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: