Disco pullman 2

Fortunatamente il disco-pullman non è stata una goccia nel mare, l’amministrazione comunale di Ascoli rispolvera l’iniziativa di cui avevamo parlato circa due mesi fa e la ripropone come mossa “salvagiovani”. Ci piace vedere che queste iniziative hanno un seguito e che la sensibilizzazione ai problemi giovanili porta a soluzioni concrete come questa. Speriamo che possa essere ripetuta anche per la nostra comunità, visto che i “centri del divertimento” sono da noi ancora più distanti ed in egual misura cresce il rischio dei ragazzi sulle strade…

Dal blog la verita quotidiana:
Il Comune di Ascoli affianca i giovani, anche con l’ausilio di sponsor e gestori di locali, per cambiare impostazione e aprire una strada del divertimento sano che possa anche trasformarsi in progetto imprenditoriale. E così, dopo l’esperienza di Halloween, ora si riparte con altre tre iniziative natalizie a base di musica. Tre appuntamenti per tre date: il 17 dicembre, con l’Archifesta, ovvero la festa delle matricole al “Gattopardo” con quattro pullman e pre-evento con cena al Caffè Ferretti, il 19 con l’evento-party “Christmas can wait” al Palasport di Monterocco con tanto di bus navetta e il 25 con il bus in partenza per il B&B. “La comunità giovanile – sottolinea il sindaco – è una priorità di questa amministrazione e, quindi, dobbiamo modificare il rapporto con i giovani, facendo sì che non si sentano ‘stranieri’, in una città morta. Dobbiamo convincerli, con i fatti, che non è una ‘sfiga’ vivere ad Ascoli”.
E l’assessore alle politiche giovanili, Brugni, incalza: “Prende consistenza l’idea di poter realizzare anche un progetto imprenditoriale ad Ascoli per creare eventi per i giovani. All’interno dei pullman che noi, insieme alla Provincia, con Piunti, finanzieremo, andremo a distribuire materiale per informare sui danni da fumo, droga, alcool”.
“Contestualmente – spiega il consigliere comunale Fioravanti – avvieremo in occasione di questi tre eventi anche una raccolta di fondi, per un divertimento etico, da destinare all’associazione Festa della vita. E da gennaio inizieremo una sensibilizzazione sul sociale, con le testimonianze di disabili all’interno delle nostre iniziative”.
Ma la cittàvivrà un altro importante appuntamento, stavolta per i bambini, il prossimo 22 dicembre. Al teatro Ventidio Basso andrà in scena una festa che vedrà protagonisti tutti i bimbi delle elementari. “Il Natale – dice il sindaco Castelli – non è soltanto consumismo ma anche e soprattutto momento di scoperta o di riscoperta dei valori eterni del Natale. Per questo abbiamo lanciato questa proposta: per un momento di festa con tutti i bambini delle elementari e scoprire insieme a loro i grandi valori del Natale”. In quell’occasione, ciascuna scuola contribuirà con propri lavori: canzoni, poesie, disegni ed altro ancora ma tutto dedicato al Natale. Inoltre vi saranno anche letture animate di storie anch’esse dedicate al Natale, curate dall’associazione “La Casa del Comico” con attori specializzati in queste attività per bambini e non mancheranno, naturalmente, musiche in atmosfera con il Natale.

14 Responses to Disco pullman 2

  1. maria says:

    Centri di divertimento? Cosa vuoi dire? Sesso-Droga e rock-roll? Questo trovi lungo la costa Discoteche -Disco-pub. Specialmente in questo periodo ci sono altri modi per divertirsi.Esempio: Belle feste in casa davanti ad un camino quando fuori nevica

  2. maria says:

    Acquasolfa questa è una mia opinnione Ti prego di rispettarla. Sei un’arrogante. Io parlo da madre. Tu da consumatore di………

    • acquasolfa says:

      si,consumatore di fegato,perche’ ormai le ripeto sempre le stesse cose… se vede questo mondo cosi “sporco” o perverso e vuole tenere i suoi figli in una sfera illibata dove non conosceranno mai cos’e’ e com’e’ la vera vita fuori ,faccia pure ,ma non so’ se in futuro i suoi figli le rivendicheranno le sue scelte,o se ne saranno penalizzati.

  3. libera says:

    sveglia!la società è un’altra,anche se stiamo ad Acquasanta !”i caldi focolari ” sono per chi li vuole,ma c’è anche la libertà di spostarsi,di conoscere di sapere soprattutto per i ragazzi.spero solo che i figli di Maria non la traumatizzino troppo quando cresceranno:perchè cresceranno e se non hanno problematiche psicologiche, del caminetto ne usufruiranno ben poco!un consiglio:se vede il male dappertutto c’è il bullismo a scuola,ne ha mai sentito parlare?come fa a stare tranquilla mandandoceli ogni giorno?o ad Acquasanta esistono solo caminetti e nevicate come in questi giorni?

  4. maria says:

    Lei sicuramenti non ha figli

  5. maria says:

    Libera vedi youtube Le Iene – Viviani: Cocaina in discoteca
    e questo è zucchero.aaahhh

  6. libera says:

    se parlo è perchè i figli li ho,e mi danno anche tantissime soddisfazioni,forse perchè io e mio marito abbiamo capito che il caminetto non basta?le risate sarcastiche non le accetto perchè non vivo nella ristretta realtà di Acquasanta,riesco a scindere le notizie che mi vengono proposte e soprattutto ho fiducia nei miei figli:sarà il caso di partire da li’ per te?il mondo non è solo sporco e cattivo…

  7. maria says:

    SICCOME NON HAI VISTO IL VIDEO NON HAI CAPITO LA BATTUTA.GUARDA IL VIDEO. SONO CONTENTA PER LA TUA FAMIGLIA. OGNIUNO DI NOI EDUCA COME VUOLE. IO RIMANGO DELLA MIA OPINNIONE. AUGURO A TE E ALLA TUA FAMIGLIA UN SERENO NATALE

  8. acquasolfa says:

    ahahahaha…signori, come sempre la discussione finisce da un’altra parte!
    Facciamo un pò di chiarezza, o almeno proviamoci: i ragazzi escono di casa il sabato sera, meglio fargli fare 50 km con la macchina soli oppure organizzare dei pullman in viaggi “organizzati”? mah…la risposta credo che sia nella domanda.

  9. maria says:

    Abbiamo già discusso e rimango della mia opinnione. I tempi stanno cambiano nel bene e nel male. Basta con queste discoteche, disco-pub eccc. I giovani si possono divertire anche in altro modo. Questo vogliono i nostri governi una generazione del grande fratello , la fattoria eccc? I pulman risolvono un problema ma ne provocano altri molto più gravi. Si vuole andare in discoteca, bene tolleranza zero. Niente alcool e droghe.Controlli e sanzioni esemplari

    • de matteis romolo (podesta) says:

      cara maria condivido naturalmente l’ultima parte, però penso che forse ti devi adeguare alla moda del momento, e non dare sempre la colpa ai governi, perche, questa generazione è frutto del nostro modo di educarli in modo molto permissivo.(se una volta la maestra ci dava uno schiaffo i nostri genitori dicevano di darcene un’altro,adesso invece li denunciamo)
      quindi ben vengano dei bus organizzati che permettano ai nostri figli di viaggiare almeno in sicurezza, poi sta a noi controllarli e vedere se fanno uso di droghe senza mai ABBASSARE LA GUARDIA.

  10. de matteis romolo (podesta') says:

    Dimenticavo, una volta una persona a me vicina disse ad una sua (da allora) ex amica, di aver visto suo figlio minorenne che a bordo del suo scooter senza casco, sorpassava un camion, effettuando una manovra molto pericolosa. Questa mamma invece di ringraziare gli disse: “ooooohhh fatti i cazzi tuoi, mio figlio fa quello che cazzo si pare.. ecc….”Ebbene, sono d’accordo con te cara maria, che la colpa è del governo, perché se ce n’era uno diverso, una mamma del genere l’avrebbe fucilata alla TALEBANA.

  11. maria says:

    Su questo siamo d’accordo. Sia Prodi che Berlusconi in questo hanno lavorato bene e con continuità.Bisogna fare di più e sopratuto i genitori devono fare i genitori.A volte diventano fratelli maggiori e questo è deleterio per l’educazione dei figli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: