Visite incoraggianti….

C’e’ stato  nei giorni scorsi un incontro tra  l’assessore alla Cultura della  Provincia Andrea Maria Antonini ed il nostro sindaco Barbara Capriotti. Al centro del confronto, la valorizzazione delle principali strutture del centro di Acquasanta come le Terme, le cave e il borgo di Cocoscia, e la proposta di avviare una serie di iniziative teatrali, enogastonomiche e culturali come la realizzazione del Museo del Travertino, che possano arricchire ulteriormente l’offerta culturale del comune.

Riportiamo l’articolo dal sito:  Il quotidiano.it

Doppio appuntamento per Antonini che nei giorni scorsi ha visitato Acquasanta e Arquata. Il sopralluogo si colloca all’interno dell’iniziativa “Incontri Tematici” che ha visto l’Assessore recarsi nei luoghi più suggestivi della Provincia.

Proseguono gli “Incontri Tematici” promossi dall’Assessore alla Cultura della Provincia Andrea Maria Antonini, che ha incontrato nei giorni scorsi il Sindaco di Acquasanta Terme Barbara Capriotti, e il primo cittadino di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci, che ricopre anche la carica di Assessore Provinciale alle Politiche attive del Lavoro e della Formazione Professionale.

Al centro del confronto con il Sindaco Capriotti, la valorizzazione delle principali strutture del centro di Acquasanta come le Terme, le cave e il borgo di Cocoscia, e la proposta di avviare una serie di iniziative, teatrali, enogastonomiche, e culturali come la realizzazione del Museo del Travertino, che possano arricchire ulteriormente l’offerta culturale del comune.

“Acquasanta è dopo Ascoli il comune più esteso della provincia e il settimo dell’intera Regione – ha dichiarato Barbara Capriotti – si tratta di un territorio ricco di bellezze naturali in cui si trovano ben 53 frazioni molto suggestive e cariche di storia”.
Antonini, accompagnato dal Dirigente Provinciale del Servizio Cultura Roberto Giovannozzi e dall’Assessore alla Cultura Francesco Amici ha visitato il “Teatro dei Combattenti” recentemente restaurato, ed ha evidenziato l’importanza “di creare un sistema a rete tra i diversi comuni dell’interno per promuovere e far conoscere meglio le antiche tradizioni e le usanze tipiche del Piceno”; l’Assessore ha infine anticipato la sua intenzione di unire in gemellaggio tutti i centri della provincia, con un territorio estero che mostri caratteristiche simili “al fine di dar vita e di incentivare forme di collaborazione e di confronto con altre realtà continentali”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: