Disco pullman….

disco oulman

Apprendiamo dal blog “la verita’ quotidiana” che c’e’ un idea per la notte di Halloween,il disco pullman,partenza da Ascoli verso le discoteche della riviera in tutta tranquillita’ e sicurezza.Possiamo aspettarci anche una partecipazione del comune di Acquasanta a questa iniziativa?

Fonte: La verita’ quotidiana

Per la notte di Halloween l’Assessorato allo Sport e alla Gioventù lancia il “Disco-pullman” per vivere in sicurezza la movida notturna legata alla notte delle streghe. “Abbiamo pensato, insieme alla Provincia e al Comune di San Benedetto – dice l’assessore allo Sport e alla Gioventù, Massimiliano Brugni – a questo servizio di pullman gratuiti, per assicurare ai giovani ascolani una notte in discoteca in piena tranquillità e sicurezza nella notte del 31 ottobre prossimo ed anche un modo per far giungere ai ragazzi una corretta informazioni sui pericoli del sabato notte”.
L’iniziativa, che verrà presentata giovedì 29 ottobre, alle ore 12.15 nel corso di una conferenza stampa presso la sala Massy del palazzo dei Capitani del Popolo, dall’assessore Brugni, dal vice Presidente della Provincia e assessore alle Politiche Giovanili, Pasqualino Piunti, e dal sindaco Guido Castelli, prevede un servizio di pullman gratuito il 31 ottobre per portare i ragazzi ascolani in discoteca a San Benedetto e ritorno. Nei pullman ai ragazzi verrà consegnato materiale informativo sui danni derivanti dall’assunzione di sostanze stupefacenti e sull’abuso di alcolici. “E’ il primo passo – prosegue l’assessore Brugni – di un progetto più ampio di mobilità sicura per i giovani che vede coinvolti oltre al Comune di Ascoli quello di San Benedetto e la Provincia. L’iniziativa prederà il via ai primi di dicembre trasportando, gratuitamente, i giovani da Ascoli a San Benedetto e ritorno”.

14 Responses to Disco pullman….

  1. maria says:

    Vedere tutti questi giovani dentro i pulman,ubriachi è desolante. Perchè?
    Forse questo argomento e più interessante della Festa d’autunno. Solita solfa

    • acquasolfa says:

      Cara Maria,questo e’ un articolo come tanti nel blog e ogniuno puo’ dire la sua,sono dispiaciuto del suo commento su questa iniziativa,forse per lei e’ meglio perdere la patente per un bicchiere o meglio, diventare carne da macello tra le lamiere di un auto? poi non e’ solo l’alcol che provoca incidenti….colpo di sonno,asfalto viscido per le condizioni meteo ect.. e’ ora di smettere di pensare che tutti i giovani sono sballoni…le do’ un consiglio…guardi meno tv. A presto.

      • maria says:

        Lei è sempre pronto a dare consigli. Forse non ha figli perciò parla in questo modo. Io sono madre di due ragazzi.Tutto quello che ha detto è fuori luogo. Io la televisione la vedo molto poco specialmente in questi periodi. Ballarò e Anno zero sono i miei programmi preferiti

        • acquasolfa says:

          mi riferivo alla televisione che ogni giorno butta notizie di questi “ragazzacci” tutto whisky droga e rock roll,e qualcuno ne rimane incantato,a quanto vedo non e’ il suo caso.Cosa significa sono madre di due ragazzi? proprio perche e’ madre di due ragazzi, le metta in mani sicure (almeno per quanto riguarda i trasporti).A presto.

  2. maria says:

    Certo l’autista è sicuro ed il resto dlla compagnia?

    • acquasolfa says:

      credo che lei ha educato ed istruito i propri figli, insegnando loro i veri principi della vita.Con questo bagaglio spero che si siano scelti compagnie giuste,e poi non e’ sempre vero che chi va’ con lo zoppo impara a zoppicare.

  3. libera says:

    Vedere Annozero e Ballarò non significa niente, (sono sicura che li vede anche lui,la telefonata ne è la conferma)non ci si mette al di sopra delle parti con questa affermazione,è il ragionare in maniera costruttiva di fronte alle novità che fa la differenza.Purtroppo l’iniziativa del pullman parla di ragazzi ascolani…è quello il problema,purtroppo per noi la strada è tutta in salita.A proposito anch’io ho un figlio e ragiona con la sua testa, i suoi?

  4. maria says:

    I miei sono piccoli 12 e 14 anni. Sperò che non salgano mai nei pulman della sbornia e altro.Poi come si fà si sbaglia. Conosco mamme che danno soldi per comprare il fumo aipropri figli perchè sono timidi per l’acchiappo.

  5. Lorenzo Ciarma says:

    Trovo giusto l’idea dei pulman x le discoteche, al nord è una prassi consolidata. Con ciò si eviterebbero incidenti riconducibili allo stato di alterazione dei guidatori dovuti all’alcol. Perchè in macchina magari viaggiano amici che non ne fanno uso e si troverebbero alla mercè di chi ha alzato il gomito. Tecnicamente la ritengo una giusta soluzione. Altra cosa è l’educazione che diamo ai ns figli, ai valori, al rispetto delle regole e quantaltro. Il mestiere dei genitori è un mestiere difficile, perchè sono tante le variabili : culturali, sociali, ambientali, economiche, ecc. Pertanto ciò che sembra giusto per uno non è altrettanto vero per un altro. I figli hanno caratteri diversi e noi che dobbiamo educarli siamo a nostra volta diversi gli uni dagli altri. Non mi sento poi di condannare le nuove generazioni come ubriaconi ecc (lo abbiamo fatto un pò tutti), ma voglio dire che oggi, rispetto ad altri tempi, ritengo alcuni certi valori meno vivi, più attenuati. Il rispetto per un’ anziano, per esempio, ai miei tempi era dovuto per il semplice fatto che era anziano. Il bere in maniera smodata era una cosa che si tendeva a nascondere per evitare il “cazziatone” del giorno dopo dai genitori. I rimproveri dei professori durante i famigerati colloqui erano una sorta di forca gaudina e non davano adito a scuse o giustificazioni. C’era il rispetto! Adesso tutto risulta essere più giustificato quasi dovuto, quasi che giustificando il loro atteggiamento si voglia in maniera incoscia giustificare il nostro, le nostre mancanze, la nostra latitanza. Quello che dobbiamo chiederci come genitori chi sta “sbagliando”, noi che non siamo capaci di infondere nei ns figli i valori di una volta o i ns ragazzi che figli da una socièta dell’apparire e non dell’essere hanno determinati atteggiamenti? Ritengo che le maggiori responsabilità, cari genitori, forse le abbiamo noi stessi che non siamo stati capaci di infondere loro le stesse cose che, come un testimone, ci hanno lasciato i nostri padri e le nostre madri. Quindi tornando al soggetto del blog, possiamo e dobbiamo governare i processi, andare in auto se si e bevuto è di granlunga più pericoloso che andare in pulman, ma non perchè c’è il pulman si deve necessariamente bere. Abbiamo ancora tempo x dare una mano a sti ragazzi, dobbiamo solo crederci. Volere e sapere dire di NO a volte risulta faticoso perchè deve essere giustamente argomentato, il SI è più facile ed illusioramente gratificante e meno faticoso, ma a volte deleterio.

    • acquasolfa says:

      Ben detto Lorenzo, appoggiamo queste iniziative che sono innanzitutto rivolte alla sicurezza dei ragazzi…fa piacere che qualcuno si preoccupi per loro e che si cerchino soluzioni come questa! Mi trovo daccordo anche con gran parte dell’analisi da te fatta, anche se credo che bisogna imputare molto non solo ai genitori ma anche ai repentini cambiamenti socio-economici degli ultimi anni…

    • maria says:

      Ma è questo il concetto che passa ai giovani: c’è il pulman, mi autorizzano ha bere e altro. Come dire: ti regalo un pacchetto di sigarette però non devi fumare

      • acquasolfa says:

        attenzione, non gli si regala il pacchetto di sigarette ma le gingomme per evitargli un tumore! Non gli vengono regalati buoni drink o superalcolici, ma uno strumento (il pullman) per evitare che si impastino sul primo albero! senza il pullman i ragazzi berrebbero lo stesso, solo che le conseguenze della serata potrebbero essere ben peggiori…

      • maria says:

        Comunque,il problema principale è quello di capire perchè per divertirsi i giovani devono essere fuori di testa, con tutte le sue conseguenze

        • acquasolfa says:

          Daccordo con te, ma quella è un’altra questione per la quale bisognerebbe tirare in ballo aspetti moooolto più complessi!
          Ci vorrebbe forse un altro articolo dedicato ai giovani acquasantani alle loro abitudini ed alle loro limitazioni…arriverà abbi fede!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: