Lasciate ogni speranza o voi che entrate!!!

parco rio

“Lasciate ogni speranza o voi che entrate”: era questo il messaggio da diffondere a chi negli anni passati ha partecipato ed aprezzato la nostra unica sagra annuale e quest’anno tornava a trovarci. Ancora una volta si e’ puntato allo stravolgimento, parcheggi zero, tutte le strade provinciali e comunali erano tappezzate da cartelli di divieto di sosta o transennate e se non bastasse ci si e messo anche il tempo che con la pioggia non ha dato tregua ai partecipanti. A molti di questi problemi si sarebbe forse potuto ovviare allestendo un sito internet ad hoc per i servizi nella festa(dove specificare parcheggi, stand, wc ecc..). Il murales (come da foto)dava il ben venuto  nel decadente parco Rio, dove era possibile apprezzare i molti stand di prodotti tipici tra cui : ultimi modelli d’ auto, serrande , foletti, collanine e articoli casalinghi…ma no dai, scherzo! Tra questi c’erano anche i veri prodotti tipici: salumi e formaggi in genere, funghi, tartufi , miele, marroni, caldarroste e vino cotto…peccato pero’ che molte aziende locali non vi abbiano partecipato: alcuni hanno scelto di vendere i propri prodotti nei loro abituali negozi mentre altri non hanno partecipato affatto.

Ma c’e’ un perche’?…forse il fatto e’ dovuto all’esorbitante innalzamento dei prezzi per l’assegnazione di un posto: infatti “si dice” che i prezzi variavano dai 100€ ai 750 €! un vero business…un ideale agevolazione per sponsorizzare Acquasanta e i suoi prodotti! E per i venditori di marroni che  hanno pagato il posto oltre il danno anche la beffa degli “abusivi” posti sulla strada.

Per quanto riguarda la degustazione di prodotti tipici e per quelli che si chiedevano: “ma quist’anne ndo’ se magna!” non c’era che l’imbarazzo della scelta: Associazione Alpini, il furgoncino Zio Kinto, il furgoncino della porchetta ed il tanto discusso stand catering Tre Lanterne che offriva pasti caldi e freddi.

Il Sabato della sagra è trascorso con un’affluenza tutto sommato sufficente, mentre la Domenica possiamo dire che e’ stato un vero “flop”: l’affluenza maggiore si e’ verificata tra le 16 e le 18 mentre per tutto l’arco della giornata è stata misera. La scarsa partecipazione e’ forse da attribuire al mal tempo, ai parcheggi, alle altre sagre svolte lo stesso giorno in atri luoghi? o a qualcos’altro? Di certo negli ultimi anni abbiamo assistito ad una partecipazione sempre minore, questo non deve far altro che far suonare un campanello d’allarme. Dal mio punto di vista la parola “sagra” è da cancellare, dobbiamo sostituirla con “fiera”! la nostra festa d’Autunno non si differenzia piu’ dalle altre e  la continua ricerca di guadagno e non di sponsorizzazione dei prodotti tipici non ci porterà certo lontano. Concludo con ringraziare “da cittadino” tutti coloro che anche quest’anno si sono impegnati nelle piccole mansioni utili per migliorare lo svolgimento della festa, partendo “dall’addobbo”, alla viabilita’ ecc…

Lasciamoci con questo bel commento inviatoci poco tempo, speriamo ci serva  per riflettere:

“…tutta la gente di Acquasanta si alzava presto il giorno dela festa per organizzare le baracche(oggi chiamati STAND)dopo aver messo sul fuoco il calderone di sugo con i funghi e condito la carne di castrato da fare alla brace.Intanto qualcuno trasportava le pesanti damigiane di vino da sevire a bicchieri durante la festa.Tutto veniva a fatica portato nelle piazze del paese adornato di rami di castagno e bacche colorate.C’era un clima di festa,la voglia di bere vino cotto per accompagnare le castagne arrostite.Dalle “baracche”si alzava un fumo denso che odorava di arrosto.La gente veniva a fiumi,partecipava con i venditori,si degustavano prodotti tipici e si entrava nei negozietti caratteristici per comprare pane giallo,salcicce,carne e castagne oltre il rinomato pecorino dei monti di Pozza.Tutto questo pero’ non va piu’.Le baracche si chiamano STAND,le grigliate e i maccheroni coi funghi si fanno sul CATERING,i festeggiamenti si fanno in un luogo deprimente che non ha niente a che vedere con i vicoli caratteristici del paese.per giunta gli espositori sono neri cinesi marocchini indiani boliviani e russi.(poi ci danno del razzista)alla faccia.”

149 Responses to Lasciate ogni speranza o voi che entrate!!!

  1. Felice Spalazzi says:

    Contivido è tutto vero la Festa deve svolgersi sulle vie e Piazze di Acquasanta come avveniva nelle preceenti edizioni,il calo di visitatori è
    sempre più scarso se non si evita quella zona tetra del Rio la sacra è per far conoscere i nostri prodoti.

  2. roberto says:

    torno a ringraziarvi per l’apprezzamento del mio modesto articolo di pochi giorni fa.E’triste pensare che questo è realta’,avrrei voluto vedere crescere questa festa caratteristica in modo da distinguersi da volgari imitazioni,purtroppo è diventata una fiera qualunque dove non si pubblicizzano prodotti tipici e tipiche specialita’ culinarie ma si espongono prodotti che nulla hanno a che fare con funghi e marroni.Porca miseria ma pure un tonto capisce che mangiare delle cose comuni non fa piacere,ci voleva tanto e una spesa fallimentare per distribuire che so 3 quintali di marroni arrostiti ?bastava fare una colletta tra paesani di pochi euro per acquistarli.Non so se è vero ma ho sentito parlare di bombolette che contenevano polenta sotto pressione come la comune panna.Torno a ripetere l’ho sentito fuori un bar ,spero che sia una cazzata ,altrimenti faccio il biglietto per l’Australia senza ritorno.La vera festa caratteristica si è svolta negli anni 80 quando nella piazza ora Angela Latini ,si allestivano Stand di una bellezza e genialita’ uniche,dove si cuoceva la polenta davanti agli occhi di tutti in grossi paioli di rame ,poi condita con sugo di funghi porcini in abbondanza,e tanta carne e spiedini di castrato alla brace.In quei periodi c’era la fila di macchine fino ad Ascoli ,e tutti apprezzavano specia lita’che comunemente non si fanno a casa.Quella si chiamava FESTA D’AUTUNNO

  3. maria says:

    Caro Roberto i biglietti per l’Australia sono tristi ricordi. Io invece voglio dire grazie a tutti gli organizzatori e alla 40° ed. darò il mio contributo. Grazie Luigi sei forte.Ti ho visto con la carriola piena di castagne su e giù davanti a Peppe. Bravo Berardino hai costruito un centro distribuzione bellissimo. Bravi Maurizio Lorenzo e Cristiano. Brava Rita e Ernesta. Bravi Peppe e Alfredo. Brava la Proloco e tutti gli Acquasantani che hanno collaborato

  4. roberto says:

    brava Maria,è giusto fare delle lodi a chi si è impegnato con sudore e fatica a realizzare questa”FIERA”,pero’il risultato non cambia,lo vedete anche voi,qualcosa c’è che non va, perche’ i visitatori sono diventati 4 gatti mentre le altre sagre sono frequetatissime.Ho visto la mostra del tartufo a Norcia la sagra pure dei tartufi bianchi ad Acqualaqna e S.Angelo in Vado,anche la FESTAd’AUTUNNO poteva essere cosi’purtroppo e’ rimasta una sagretta di paesello senza prodotti tipici e di qualita’.

  5. franceso giorgi says:

    Ammazza che brutta festa,ho notato soltanto bancarelle che vendevano gli stessi prodotti dello stesso caseificio (formaggi,lonze,prosiutti salami come voi) e tanti altri prodotti da cash and carry…la festa se continua cosi’ bisogna abolirla definitivamente.
    La festa e sono pienamente d’accordo con Felice si deve svolgere nella piazza sottostante al comune e lo stesso comune si deve mettere in testa di spendere qualche euro per rendere gli stand a norma di legge,il cuore della sagra e’ principalmente fatta di questi odori tipici di cui descriveva perfettamente il mio amico Roberto ma necessitano di catering a norma di legge che un normale cittadino non puo’ permettersi di comprare.
    La sagra deve essere costituita principalmente da alimenti locali e cotti( polenta,salsicce,funghi,pezzella,alici al tacco,arroti misti)Ma dove stanno piu’ queste cose???
    Fare spendere 400-500 euro per uno stand porcheria e’ una vergogna!!
    Si deve ripartire da queste cose che ho citato sopra ed il comune o la pro-loco devono avere o comprasi i mezzi per farlo.
    Ci date i Catering a norma facendoci spendere il giusto??Ci date un luogo decende per far provare i nostri prodotti tipici??Ci date una nuova amministrazione per rendere tutto cio??
    Abbasso i comunisti e W Berlusconi Il Trapanatore Folle!!!!

    • acquasolfa says:

      Francesco invece di inveire e di dare sbagliando del comunista a questo blog, partecipa e di la tua come hai appena fatto: questo è uno spazio anche tuo! Preoccupati un pò meno della politica e guardati intorno, i commenti sono fatti tutti da acquasantani come te!

  6. franceso giorgi says:

    Abbasso i comunisti e W Berlusconi Il Trapanatore Folle!!!!
    Q

  7. franceso giorgi says:

    Scusate mi e’ partito l’invio
    dicevo: Abbasso i comunisti e W Berlusconi Il Trapanatore Folle!!!!
    E’ un mio motto personale da inserire alla fine dei miei commeti.
    Se fai caso non parlo di politica comunisti o fascisti ma solo dei problemi reali di Acquasanta Terme.
    Mi sembra che dal tuo intervento fatto invece di rispondere al mio post non hai fatto altro che ripetermi della politica che a me non interessa nulla al contrario di te per caso sei un comunista ferito??

    • acquasolfa says:

      Ma figurati se sono un comunista ferito! ahahahahha certo che non perdi occasione di parlare di politica anche se affermi il contrario!
      Sai per caso come funziona un blog? Forse no ed allora te lo ricordo: acquasolfa scrive articoli e questi vengono commentati dalle persone che partecipano. Se tu ripeti le stesse cose che scrivo io cosa vuoi che ti venga risposto?
      Continui a dare conferma del tuo QI.

  8. giulia says:

    “FIERA”:grande mostra-mercato che si tiene periodicamente in una località, solitamente accompagnata da spettacoli,giostre e baracconi! Questa è la festa d’autunno che tutti noi conosciamo ormai da un paio di anni! L’importanza accreditata alle”bancarelle” è molto più forte dell’importanza che dovrebbe essere data alle attività LOCALI!
    Il semplice fatto che si dia spazio e importanza a chi viene a vendere prodotti NON LOCALi nel nostro paese arreca un danno irreparabile all’immagine del VERO prodotto tipico e del territorio!(determinate caratteristiche peculiari di un prodotto derivano dall’utilizzo di tecniche tradizionali conformi alla vigente legislazione igienico-sanitaria)
    La vera vergogna è stata sopprimere le proposte positive per rilanciare l’evento, come ad esempio, riportare la vera FESTA D’AUTUNNO al centro del paese e non in un decadente parcheggio!
    “PARCHEGGIO”:sosta di veicoli in uno spazio appositamente riservato.
    La nuova proposta sarebbe rilanciare la festa ed. n°1 invece di ed.N°40! Una nuova edizione attinente al tema… COME UNA VOLTA!

  9. libera says:

    Trapanatore folle ?,comunista ferito?,sono sempre più convinta che chi ci amministra ce lo meritiamo…con persone che si esprimono cosi’ è il minimo.condivido l’opinione di Roberto il cui pensiero ha meritato di essere ripreso ad integrazione dell’articolo;le sagre devono essere pensate anche con il cuore e non solo per lucrare.alla domanda:vieni alla festa dell’autunno?mi è stato risposto:certo che no,che faccio vengo per lasciare la macchina al rifornimento,farmela a piedi e vedere sempre le stesse cose?no comment

  10. dottore says:

    x libera ed altri – perche peresempio a Comunanza che vedi? non vedi sempre le solite 650 bancherelle “di panni” e 3 espositori di uccelli e pesci rossi che stanno in tutte le fiere eppure è contraddistista come fiera ornitologica ed è sempre stra piena di gente!!!! e parcheggi pure lontano… la festa d’autunno capita la terza domenica di ottobre ed in contemporanea ci sono i seguenti eventi:
    1) piove
    2) mercatino antiquariato in Ascoli
    3) capradosso sagra
    5) Smerillo castagnata in piazza
    4) Oasi ipermercato giorno di sconto del 15%
    5) la fiera delle castagne la fanno tutti i comuni d’Italia ovviamente ad ottobre; visto che il castagno è una pianta che nasce dal trentino alla sicilia!! es la settimana prima a Roccafluvione la settimana dopo a Montemonaco e poi Trisungo ecc.. quindi xche spostarsi se poi trovano lo stesso prodotto a due passi da casa?
    E’ vero la nostra festa-sagra è la più vecchia ma ormai ci hanno copiato tutti.. forse bisogna puntare su qualcosa di nuovo es. i funghi!? mi pare che nessuna aveva un banco con i funghi eppure da noi se ne trovano tanti (ad Umito hanno hanche fatto il monumento al fungo porcino)cosa che non succede in altri comuni le fiere-sagre che continuano ad andare sono quelle che hanno un esclusiva es. tartufo Acqualagna … le cozze a pedaso… gli uccellini a Comunanza…
    La castagna-il marrone come la festa della birra la fanno tutti consiglio cambiare nome ed incrementare i prodotti es funghi ecc..

    • acquasolfa says:

      Certo Dottore che le cose che elenchi tu “portano via” alla nostra festa qualche turista, ma i punti che stiamo cercando di chiarire sono:
      1) perchè una persona è attirata di più dal 15% di sconto all’Oasi come dici tu piuttosto che da una “festa di prodotti tipici” come dovrebbe essere
      2) perchè la “festa” sta diventando come quella di comunanza come tu stesso affermi con le 650 bancarelle di panini, piuttosto che OFFRIRE COSE CHE GLI ALTRI NON OFFRONO.
      Omologandosi allo standard non si tiene più la concorrenza con gli altri perchè loro sono sicuramente organizzati meglio, tanto vale riproporre qualcosa di diverso quindi di più tipico!

    • acquasolfa says:

      ben tornato dottore,come sempre lei dice cose molto sagge e veritiere,ma ancora una volta su alcune cose non sono d’accordo.In tutti questi anni a mio avviso non si e’ mai provveduto a stipulare un accordo di programma turistico tra i comuni della vallata del tronto,ogniuno pensa a tirar acqua al suo mulino,e anzi ,molte volte si preferisce mettersi a vicenda i bastoni tra le ruote,ogniuno si tiene stretta la propria “preda” e nessuno sembra collaborare per l’unico vero scopo,pubblicizzare il piceno.Forse lei non sa’ che i nostri marroni sono da molti dichiarati i migliori d’Italia,siamo il comune dove avviene la maggior raccolta di tutte le Marche e nonostante questo, non esiste una denominazione D.O.C o D.O.P , che oggi giorno ce l’hanno anche “li cute de trunde”!!!sono d’accordo con lei quando dice che e’ ora di cambiare,ma allora fino ad adesso cosa abbiamo fatto? sa’ caro dottore ,oggi giorno la pubblicita’ e’ tutto,lei pensa che questa sagra-fiera sia stata ben pubblicizzata?(non parlo solo di quest’anno) per alcuni basta ficcare un comunicato su una radio locale, per altri appendere dei manifesti con un riccio gigante ed una scritta invisibile!!!ma dove vogliamo andare……la saluto a presto.

  11. maria says:

    Quanti di voi hanno aiutato fativamente alla realizzazione della festa d’autunno?Festa è una parola che diventa grande quando è un paese che fà festa.Sopra,sotto poco importa importante realizzarla insieme, poi le idee non mancano. Io invece vedo sempre le stesse persone che si dannano l’anima per regalarci un pò di gioia. Ripeto alla 40° io ci sarò

  12. roberto says:

    fa piacere leggere risposte come quella che ha scritto Giulia:Condivido perfettamente il titolo COME UNA VOLTA,non per sentimentalismo ma per ritornare alle vecchie tradizioni culinarie e degustare prodotti e piatti che per tempo e dimenticanza non si usano piu’e principalmente per fare pubblicita’a prodotti come fungo e castagne che sono rimasti sempre “nel sottobosco dell’attuale festa”

  13. giulia says:

    esatto roberto! dottore lei ha ragione ma sappiamo benissimo che la festa d’autunno coinciderà sempre con altre sagre o fiere.
    Sta a noi tutti il “compito” di renderla migliore! dobbiamo far si che la gente preferisca la nostra festa alle altre… questo sarà solo possibile rendendola come una volta,con quei profumi nell’aria e con uno spirito diverso! la gente ora cerca cose diverse appunto perchè ovunque vanno queste feste-fiere-sagre sono TUTTE identiche! ciò che serve a quest’evento è l’unicità!

  14. giulia says:

    è normale mettere a votazione la presenza di ambulanti esterni ad una festa per rilanciare il paese ed il prodotto tipico?? che venditori abusivi sostano di fronte a chi ha profumatamente pagato uno stand???(penalizzazione e beffa per gli esercenti locali)
    è normale transennare le strade e affigere divieto di sosta ovunque?fare una festa in uno spazio risevato ad un parcheggio? bha…

    poi nn vi chiedete perchè la festa sta finendo!

  15. IrenA says:

    io propongo un Comitato Permanente Festa D’Autunno…
    fatto per la maggior parte dai cittadini – e non solo da pro loco comune e pseudo associazioni- per mettere in condivisione idee e forze.
    più siamo meglio stiamo e due cervelli funzionano meglio di uno…

  16. maria says:

    Ottima idea IrenA
    Penso che solo dialogando e aiutando con gli organizzatori i punti interrogativi sulla festa d’autunno avranno risposte concrete. Sulla carta tutto è semplice. Chi di voi ha organizzato in prima persona la una Festa d’autunno?

  17. franceso giorgi says:

    Ma non vedete che i diretti interessati (comune pro-loco etc) pur sapendo che esiste questo blog anche se lo leggono non sono in grado di rispondere??Se non sono in grado di rispondere in questo blog figuratevi se vi ascolterebbero sulle vostre nuove proposte,farebbero come sempre di testa loro uno decide e gli altri ALZAMANO ciao.

    • acquasolfa says:

      questa volta devo darti ragione!!!quei pochi che intervenivano sono spariti, e come dice giustamente lei, vogliono coinvolgere i cittadini e poi invece decidono tutto loro….il blog ha posto molte domande e anche consigli, ma niente……peccato perche io come voi sono e mi sento un cittadino acquasantano !!!!

  18. giulia says:

    giusto francesco! le poche persone che si interessano realmente li dentro vengono messe a tacere.. ognuno pensa all’affar proprio! poveri noi! organizziamo come propone irenA un comitato permanente festa d’autunno! ognuno dice la propria…

  19. maria says:

    Secondo me state sbagliando. IrenA propone un comitato composto da: Comune, Proloco e Cittadini interessati, tutti insieme. “Ognuno dice la propria” e chi Lavora?

  20. never says:

    circa un mese prima della festa d’autunno è stata organizzata dalla pro loco una riunione al comune .. alla quale chiunque poteva partecipare per proporre alternative, soluzioni ..e perchè no! per criticare eventuali decisioni ..e cosa più importante ..per attivarsi nel giorno della festa. Abbiamo appeso gli “inviti” ovunque. Dunque le critiche, sono importanti e necessarie per migliorarsi ..ma PARTECIPARE ATTIVAMENTE forse è più importante!?
    ..sono anni ke si organizza la Festa nello stesso triste posto .. sono anni ke si spera nel tempo! ..sono anni ke ci sono problemi di parcheggio e allora mi domando ..” ma xkè solo quest’anno tutte queste critiche?” o meglio ..”xkè non cresce il numero di persone ke intende rivalutare quest’evento??” ..la Pro loco è un Associazione aperta a tutti coloro che vogliono valorizzare il proprio paese!

    • maria says:

      Hai ragione è vero i volantini c’erano e poi tanti.Le persone immagino poche?Comunque Brava per il tuo contributo dato alla Proloco.Che freddooo

    • acquasolfa says:

      le critiche ci sono sempre state cara Never,buone o cattive,per fortuna da quest’anno c’e’ questo blog dove TUTTI e ripeto tutti possono partecipare e dire la sua,il blog fin dall’inizio ha cercato di collaborare il piu’ possibile,come hai visto sia su facebook che qui ,alle domanda:cosa si e’ deciso per la festa??? nessuno a risposto!!!(segreto di stato) eravamo pronti a sponsorizzare, a informare e nonostante (di nostra iniziativa) cercavamo di aiutare c’e’ stato un “no comment” che tutt’ora aleggia sul blog.le ripeto e non sono solo io a dirlo , legga i post,qui tutti vogliono partecipazione e poi chi decide sono sempre gli stessi. A presto.

  21. giulia says:

    lavorano i volontari! ma dato che molti nn si interessano e dicono di essere acquasantani… non sarà anche questo un problema?? tutti vogliono la festa criticano e giudicano ma in pochi siamo capaci di “corciarci le maniche” e lavorare… io ci sono! chi si sente parte del paese dovrebbe collaborare! MOLTE PERSONE SE NE FREGANO PERCHè NON NE DETRAGGONO PROFITTO! manca lo spirito della vera vera festa…

  22. maria says:

    Condivido pienamente. Brava Giulia

  23. giulia says:

    sia chiaro che nn parlo di pro-loco! 😉

  24. maria says:

    Io vedo quei poveretti della Proloco che si dannano per realizzare le cose al meglio. Secondo me dobbiamo toccare con mano prima di criticare. Ripeto:Chi di noi ha organizzato in prima persona una Festa d’autunno?

  25. franceso giorgi says:

    Cara Maria ricordo gli stand artistici di fine anni 80 creati con sacrificio da artisti del luogo che si inventarono l’uso delle cortecce e le varie costruzioni elaborate che imitavano delle vere casette rustiche.
    Era un piacere vedere lavorare questa gente esclusivamente non a scopo di lucro ma per rendere afascinante e tipica la festa.
    In quel periodo sono intervenute migliaia e migliaia di persone e vedendo queste creazioni rimanevano stupiti per la loro bellezza e originalita’.
    Queste erano le buoni basi che si dovevavo intraprendere fino ad oggi, invece ce’ stato un regresso e una bruttura spettrale che ha fatto fallire questa manifestazione.
    Ma i veri responsabili non sono i cittadini ma chi organizza questo tipo di festa che obbiettiamente e’ squallida in tutti i sensi sia come luogo sia come organizzazione.
    Detto questo e’ ora che sia pro-loco sia comune devono aprire gli occhi e prendere esempio di quegli anni di fine 80.

  26. roberto says:

    mi pare cara never che per organizzare la festa possono partecipare tutti i cittadini volenterosi,ma solo come Manovali,il vero CERVELLO della festa è sempre un’ esclusiva dei CAPOCCIONI della pro loco che se li metti alla prova non hanno saputo risolvere l’annoso problema dei parcheggi,la scelta di prodotti tipici,e nemmeno il luogo in cui svolgere certe manifestazioni.Il risultato è agli occhi di tutti si sbaglia e si continua a sbagliare,non è tanto portare una carretta di castagne,(con tutta la simpatia che ho per Luigi) mi sento di dire che questo non basta visti i risultati.Non addossiamo la colpa a lui,è l’andazzo acquasantano che va di moda cioe’di fare le cose alla PREVVESORIE.Tanto parli ma nessuno di loro ti sente .

  27. maria says:

    Chi di voi ha organizzato in prima persona una Festa d’autunno?Carissimi vi ho fatto una domanda e non capisco perche non rispondete?

    • acquasolfa says:

      cosa intende per “prima persona”?,organizzare,progettare e sviluppare la festa? penso che una sola persona non puo’ fare tutto cio’,per questo esistono gruppi di persone chiamate associazioni.tutti e non solo devono fondere le proprie idee e realizzare un progetto vincente, perche come recita la legge dei commercianti: per farsi un cliente ci vogliono anni e per sputtanarsi bastano due minuti!!!chi ha orecchie per intender, intenda.

  28. roberto says:

    X Maria:che pensi dei QUASI ANONIMI che alla fine degli anni 80,come ricordava Francesco Giorgi,hanno dato un bel contributo per la riuscita della Festa d’Autunno?Pensi che non sarebbero stati capaci di fare ancora qualcosa di buono?Hanno dato dei buoni motivi per essere imitati,ma siccome in questo paese tutti vogliono fare e sapere tutto pur non avendo a volte le capacita’,soffocano con l’indifferenza chi veramente merita di stare a buttare giu’buone idee.Sono sempre i migliori che se ne vanno(in questo caso che non partecipano).

  29. franceso giorgi says:

    maria tu vorresti sapere se noi abbiamo qualche volta organizzato questa festa d’autunno?? Ma non se ne parla neanche,io dovrei partecipare a questo scandalo di manifestazione??Caso mai dovremmo organizzare un gruppo pro-acquasanta per boicottare questa festa,prendere quelle baracche e buttarle sotto il tronto il giorno prima della festa.Forse non riuscite a comprendere quello che vuole la gente.Il comune ho la pro-loco devono smetterla di fare come gli pare e cercar di sentire la voce degli accquasantani.Il popolo vuole la festa sotto il comune??Detto e fatto punto.I vari enti organizzatori hanno dimostrato che con le loro idee hanno drasticamente peggiorato la situazione e qui si parla di incopetenza organizzativa,la devono smettere di fare le cose a c…o.

  30. roberto says:

    torno a parlare un po’,ho letto e riletto gli articoli del frontespizio.C’è sempre una comune competizione come nelle partite di calcio,c’è chi difende organizzatori e lavoranti e chi critica.Obbiettivamente non mi piace stare ne una parte ne dall’altra.da una parte riconosco molto impegno e fatica ,dall’altra non vedo risultati tangibili e la festa si impoverisce anno dopo anno.La festa d’autunno rispecchia perfettamente tutto cio’che avviene da anni in questo paesello che secondo me soffre d’invidia.Avevamo le piu’ belle e salutari TERME d’Italia,be’abbiamo chiuso e semidistrutto una delle piu’belle cavita’ naturali d’Europa,adibita a piscina e grotta sudatoria.C’era e dico c’era un centro storico,anche se non di grande importanza artistica,che ha subito delle trasformazioni mostruose,vediamo intonaci fatiscenti,nuovi “palazzi”che nemmeno in Sudan costruiscono piu’,cole di cemento a forma di parcheggio e colonnati per la raccolta di acqua piovana chiamato parco RIO dove svetta una nuova costruzione modello somalo che non si sa che fine fara’.Io credo che rimane li per sempre maestosa e inutilizzata a simbolo del degrado del gusto e dello sperpero di denaro pubblico.Cari paesani ma vogliamo fare uno stop e riflettere dove pensiamo di arrivare.Chi ha le redini perche’ non va in pellegrinaggio che so a Norcia per esempio,sono solo 20 minuti di macchina,Castel trosino,Montefalcone appennino,Corinaldo,Pergola,Torre di Palme,Sarnano,Grottammare alto,Cupra alta,Campli,Offida,Cossignano,Ripatransone,Massignano Montefiore dell’Aso ecc ecc ecc.e capira’come si fa a conservare un centro storico a misura d’uomo.Il resto è tutta chiacchiera che non porta da nessuna parte.Festa d’Autunno,Piscina termale,Terme centro storico,disoccupazione brutture di cemento di ogni genere,mettiamoci pure la statua cinese di travertino,porteranno sempre di piu’ allo spopolamento di un centro che poteva essere un gioellino.Con rabbia l’incazzato Roberto

  31. maria says:

    Io sono orgogliosa d’essere Acquasantana e ringrazio sia la Proloco che l’Amministrazione comunale per il loro impegno.La proloco e L’Amministrazione comunale sono organi deputati ed eletti democraticamente dal popolo è inutile fare altri comitati è lì che si deve andare se si vuole cambiare le cose

  32. maria says:

    Roberto, sei veramente incavolato per criticare anche il saggio cinese?

  33. maria says:

    Giorgi è troppo comodo sceglersi il compagno i viaggio. Hai messo il dito nella piaga.La Festa d’Autunno non è la tua festa è la festa di tutti gli acquasantani

  34. IrenA says:

    io personalmente partecipo attivamente e volontariamente alla realizzazione della Festa d’Autunno ormai da qualche anno sia con la Banda di Acquasanta sia con il Gruppo Parrocchiale Nuova Era.
    il motivo per cui queste due associazioni hanno smesso di dare il proprio contributo alla Festa è il medesimo: Critiche Gratuite – per non dire INSULTI-
    Quando si fa di tutto per minare la volonta, l’entusiasmo e la motivazione di chi partecipa alla realizzazione di una qualsiasi manifestazione cosa ti aspetti di raccogliere poi?!?! amore e riconoscenza!??!
    l’anno passato, invece, visto che nessuna delle associazioni di cui faccio parte aveva manifestato la volontà di partecipare alla festa ho deciso di partecipare da singola cittadina acquasantana. Sono andata alle tre riunioni indette dalla pro loco senza presidente (rettore Cescon con Ciarma dimissionario) insieme ad un mio amico portando il nostro contributo di idee e di miglioramenti che noi, da fruitori della festa, pensavamo potessero giovare. il risultato?! tre riunioni passate a proporre idee (fattibili, realizzabili a costo zero) e a dare la nostra disponibilità, di contro a ricevere insulti, gente che alzava la voce quando qualcuno di noi due prendeva la parola o proponeva una soluzione più semplice. Risposta più usata “che ne sa tu?!?!” ” Capisce tutte tu” …
    l’ho già detto e lo ripeto: a lungo andare la gente si stufa…eppoi ci si lamenta perchè nessuno vuole più dare una mano all’organizzazione della festa!
    quest’anno, stufa anch’io, non ho partecipato alle riunioni e non mi sono presa nessuna “briga” e me ne dispiace per il presidente che è cambiato ma, purtroppo, paga in prima persona i danni causati da altri.

  35. mara says:

    roberto hai ragione ad essere INC…… MA NON BASTA
    si possono fare tante cose ancora!

  36. franceso giorgi says:

    na bomba chimica??

  37. maria says:

    Cara IrenA, quello che tu dici è estremamente grave.Prenderò informazioni inmerito, se come immagino quello che tu dici è vero (ti ho sempre stimata per la tua onestà). Cescon e Ciarma si pentiranno del loro comportamento. Come si dice: Dio li fà poi li accoppia. Cescon Ciarma e Amici

    • IrenA says:

      @ Maria..io ho riportato la mia esperienza durante la gestione Ciarma Cescon solo per dare un riferimento temporale. Non ho mai detto ne insinuato che fossero loro due a rispondere in quella maniera. Ovviamente non eravamo solo in tre a fare quelle riunioni…c’era un gruppo di persone abbastanza numeroso…e si sa, anche le pulci hanno la tosse chi insultava e sbraitava erano altri..non certo Ciarma ne tantomeno Cescon che, almeno all’apparenza, accettavano l’idea almeno per valutarla e poi scartarla… 😉
      quello che io ho detto è estremamente grave e estremamente vero e non è successo solo a me…parla con chi ha fatto gli stand quest’anno..

      • acquasolfa says:

        Cara IrenA, non bisogna andare troppo lontani per vedere quanto la collaborazione dei cittadini alla cosa pubblica nel nostro beneamato comune venga presa poco sul serio…basta farsi un giretto nel blog e vedere quante proposte sono state fatte, quante soluzioni potevano essere discusse DA TUTTI, e invece i nostri “politici” hanno attaccato dal primo istante il blog perchè si sentivano attaccati per chissa quale contrapposizione politica e non si sono fatti mancare insulti (ricordiamoci il famigerato “conigli” di Amici) e minacce di denuncia alla polizia postale. Tutto questo perchè stiamo solamente discutendo insieme a voi!

  38. maria says:

    Cara Mara si dice nei bar(quindi tutto da confermare) che vogliono fare qualcosa sotto al Passo o nei pressi. Forse qualche scultura da posizionare

    • acquasolfa says:

      Maria appena puoi facci sapere di più su questo argomento cosi potremo aprire una discussione! Ricordiamo a tutti che se volete partecipare alla stesura di qualche articolo o se volete semplicemente che sul blog si discuta di qualche argomento in particolare ce lo potete segnalare alla nostra casella mail acquasolfa@libero.it!

      • maria says:

        Hai sentito mai parlare Berlusconi? per un coniglio? Anche tu ci sei andato pesante. per me siete pari. Comunque era l’unico che provava a dialogare, Ti è antipatico vero ? (non sei l’unico)

        • acquasolfa says:

          no cara Maria,antipatico devo dire di no,l’ho sempre stimato come persona perche’ si da’ molto da fare,come ripetuto sempre pero’, bisogna saper ascoltare e fondere insieme le idee,il blog ha fatto mille domande e suggerimenti(e ne fara’ altri in seguito) ma si rispondeva solo ad alcuni articoli perche??? io penso che sia lui, che l’amministrazione non c’hanno fatto una bella figura.a presto.

  39. mara says:

    si si maria anche io ne ho sentito dire che sotto al passo si farà qualcosa,
    forse un’orto o una discarica?

  40. maria says:

    Le voci dicono che forse c’è lo zampino di Prezzavento

  41. maria says:

    IrenA scusami ho letto velocemente . Certo che d’insulti ne hai presi tanti?

  42. maria says:

    maria Dice:

    28 Ottobre 2009 alle 15:33 | Replica
    Esempio:mettetevi la maschera tra poco è carnevale
    e poi i vostri attacchi all’Assessore Francesco Amici sono stati mirati per fargli perdere la pazienza e pure con tutti i suoi limiti è una persona che parla con il cuore. Mettere indubbio la sua onestà è stato pesante. Anche se condivido le parole gridate da qualcuno in campagna elettorale scorsa

  43. roberto says:

    Maria ti prego non dovevi darmi questa tristissima e disastrosa notizia Prezzavento che manipolera’irreparabilmente un posto caratteristico come il Passo,mo non magno stasera non ce la faccio.Mi immagino gia’la moquette sulle pareti di colore rossastro,e un colonnato di cemento.imitazione Bernini.Non bastava la gasificazione che ha bucato la volta di un ponte antico sotto la salaria,mo pure la preoccupazione della cementificazione del Passo.Qualcuno li fermi.A proposito non si offendano gli organizzatori della festa per la maschera,in fin dei conti è solo una battuta.Se si offendono mi dispiace.ritiro questa frase sostituendola con”Riflettete sul fatto che la festa d’Autunno comincia a perdere numerosi colpi e visitatori”e riflettete a lungo.

  44. franceso giorgi says:

    Si mettano una maschera riflettosa!!!

  45. maria says:

    Ho letto i vostri commenti devo dire che siete pari. Disonesto, coniglio e vigliacchi. Secondo il mio modesto parere si doveva essere più morbidi nelle critiche

    • acquasolfa says:

      le ricordo che io sono un semplice cittadino mentre Amici e’ un assessore!!!detto cio’ da parte di acquasolfa non credo che ci sia stata offesa,e’ stato solo detto che in tutti questi anni era meglio destinare una percentuale d’incasso della festa d’autunno per realizzare una cucina a norma.Se qualcuno ha la coda di paglia……….questo e’ un luogo dove facilmente prende fuoco!!! a presto.

  46. maria says:

    Dopo una critica si poteva fare anche un elogio. Ad esempio l’estate scorsa la proloco ,il comune ed alcuni abitanti di Cagnano( bravissimi)hanno organizzato nella piazzetta un concerto acustico bellissimo. Bella anche l’idea dei tavoli tipo caffè concerto. Io non c’ero ma ne ho sentito parlare molto bene ad Ascoli. Complimenti agli abitanti di Cagnano per il loro Paese

    • acquasolfa says:

      Magari Maria,magari,vede,noi siamo come lei…non e’ che possiamo stare dappertutto, quindi abbiamo piu’ e piu’ volte cercato informazioni, basta poco,come ha fatto lei ,basta inviarci una piccola relazione ,noi siamo aperti a tutto . Per farti un esempio abbiamo anche inserito in un articolo un bel commento di Roberto,oppure un informazione di Lorenzo Ciarma ecc..noi siamo sempre qui e aspettiamo una vostra collaborazione.a presto

  47. IrenA says:

    @ Acquasolfa: esattamente! Quello che mi sono sentita rispondere alle riunioni alle quali ho partecipato era con lo stesso tono delle risposte date sul blog…
    @Maria e gli altri: io avevo sentito parlare di “qualcosa sotto il passo” quando lavoravo al bar Terme quindi tra la primavera e l’estate 2008 e, a testimonianza che non sono chiacchiere da bar, ho visto sicuramente l’assessore Amici e l’architetto Prezzavento discutere nelle zone adiacenti al bar (passo, salaria e parcheggio). da quanto ho potuto capire (deducendolo dalle risposte datemi a domande precise) dovrebbe essere realizzato l’ultima parte del progetto del parcheggio di piazza terme e fare una “passeggiata” (tipo quella dell’IBEA) da sotto a Gandini fino a sotto il passo, trasformando piazza Terme in zona esclusivamente pedonale per, poi, riallacciarla al corso cercando cos’ di creare un “centro storico”.
    a tal proposito vi ricordo che il progetto originale del parcheggio sotto piazza Terme, a firma di Prezzavento, non è completo nè concluso. Tempo fa nella sala consiliare del comune c’era il plastico di tutto il progetto completo…andatelo a ricercare in comune e vedrete come sarebbe dovuto essere o come sarà…ma credo che stiamo andando off topic…questo post era dedicato alla Festa d’Autunno alla quale io vorrei tornare.. l’anno prossimo è il Quarantennale…sarebbe il caso di cominciare a discuterne ora?!?!?! io avrei alcune idee da proporre
    (tipo un libricino che racconti per aneddoti i 40 anni di Festa e che contenga ricette tipiche ecc…) e credo che se nel blog c’è qualcuno disponibile a darmi una mano si possano realizzare..una volta fatto non credo che la pro loco ci dica di no!

    • acquasolfa says:

      Io il progetto l’ho visto……a dir poco pazzesco!!!c’era se non sbaglio anche una piccola funivia che scendeva giu’ alle terme,sbaglio?

    • maria says:

      Amici-Prezzavento. questa volta Acquasanta decolla. Il misile è pronto a Parco Rio. Ah,ah…

  48. roberto says:

    X IrenA;tu pensi che l’arch.Prezzavento oltre i bunker antiatomici possa realizzare un”centro storico”?Ha ha ha mi ci viene da ridere alle 3 di notte,sto ridendo da quando ho letto il tuo articolo.Ho conosciuto architetti che veramente sanno riproporre centri storici o restaurarli con gusto.Questo non mi sembra che é avvenuto qui da noi emai avverra’con simili professionisti.

    • IrenA says:

      no affatto…ma il progetto c’è e quello -penso- si realizzerà…come e in che materiale non lo so..ho soltanto chiesto tempo fa e questo è quello che mi è stato risposto…eppoi, oh, mica sono “Lo Sportello del Cittadino”
      riporto notizie che conosco chi ne vuole sapere di più chieda al comune!!!
      🙂 ehehehe

  49. mara says:

    ciao conosco i luoghi, qualche fatto, ma non le persone, mi ha fatto piacere dire qualche mio pensiero e leggere i vostri buona fortuna a tutti

  50. Lorenzo Ciarma says:

    Dico fin da subito che non voglio rispondere alle polemiche di qualcuno, se lo farò sarà in un altro momento e solo se sollecitato. Non perchè non sappia cosa rispondere, si manchereebbe altro, ma perchè le polemiche fine a se stesse non credo servano alla ns comunità.
    Mi trovo d’accordo con irene quando dice di creare un comitato per la Festa d’Autunno. Non fosse per altro che ciò consentirebbe di avere più persone per organizzarla. Trovo fattibile l’idea di riportare le festa in paese, magari sviluppandola anche alla zona alta di Acquasanta (Via P. Buonamici e zone limitrofe per intenderci), che sò battezzando le vie per le specifità dei prodotti che li verrebbero venduti : via del miele, via dei marroni, via del sottobosco, ecc. Altre vie o piazze battezzate con il nome dei piatti tipici che li potranno essere degustati. Diversificare i punti dove arrostiire i marroni, questo consentirebbe insieme ad una giusta distribuzione degli ambulanti un flusso di persone che riempirebbe Acquasanta in ogni via. Riaprire per quei giorni i locali del corso per far degustare i ns prodotti tipici: vino cotto, salumi, formaggi, ecc. Come vedete le idee non mancano e gli spunti che avete dato per molti aspetti sono apprezzabili ed è per questo che non voglio replicare alle critiche, perchè spero che si possa lavorare su quello che ci unisce piuttosto che sottolineare o peggio inasprire ciò che che eventualmente ci divide. La nostra comunità può crescere se lavoriamo insieme, aldilà degli steccati politici e/o ideologici. Chi mi conosce sa che quando ero presidente della Pro Loco non ho mai precluso a nessuno di esprimere le proprie idee o di proporre nuove manifestazioni, “La festa dell’ortolano” di Cagnano ne è un esempio, nata proprio in virtù di quanto sopra riportato, fu proposta, ne fu vagliata la fattibilità e organizzata. Posso affermare che tale manifestazione è la più bella e divertente della ns estate. Ci tengo a sottolineare che sarebbe restata solo una bella idea se non avessimo trovato la massima disponibilità degli abitanti di Cagnano che ringrazio ancora una volta. Poi negli anni(quest’anno è stata la terza edizione) sono state apportate piccole modifiche che hanno dato un ottimo risultato in termini di partecipazione.
    E siamo arrivati al punto di questa sorta di parabola, le cose riescono se insieme proponiamo, insieme decidiamo e soprattutto insieme facciamo. La Pro Loco senza le persone di Cagnano, non sarebbe riuscita a fare nulla di quanto fatto. Quindi cari signori ben vengano le critiche, i suggerimenti, le proposte, ma subito dopo ci deve essere la politica del fare.
    Si dovranno trovare soluzioni a fatti concreti come quello di cucinare in prodotti tipici nel rispetto delle norme vigenti facendo attenzione ai costi, si dovranno trovare soluzioni in caso di pioggia, si dovranno trovare soluzioni per i parcheggi ( il Parco Rio da solo non basterebbe) e si dovranno creare gruppi di lavoro a tale scopo partendo già nei prossimi mesi.
    Per fare tutto cio servono soprattutto persone disposte a dare una parte del proprio tempo libero, della propria professionalità, della propria intelligenza alla comunità solo per il sempilce fatto che è la nostra comunità. Una Comunità che deve crescere e tanto, ma questo può avvenire con la ollaborazione di tutti. Quindi, come feci prima delle Festad’Autunno, vi invito a darci una mano.

  51. maria says:

    Caro Ciarma, allora è l’Assessore Amici che non vuole la Festa in paese?

  52. maria says:

    Acquasolfa non faccia come Silvio. Lei ha detto disonesto e l’Assessore ha risposto vigliacci e conigli. Amici è diventatto molto sensibile dopo “l’emerito l’imbecile”. ah,ah… se lo merita

    • acquasolfa says:

      cara Maria,non faccia paragoni con politici….io non mi identifico in nessun politico,detto questo,le sue accuse contro di noi sono infondate,i post scritti sono tutti li’,mi vada a prendere la frase dove e’ stato detto: disonesto.Anzi,poco dopo mi sono scusato sulla parola “saccoccia”,perche’ qualcuno spesso ha il vizietto di fraintendere !!!Se la frase “emerito imbecille” si riferisce alla serata politica del Combattenti,non sono della sua stessa opinione,Amici stava difendendo Acquasanta,mentre li dentro c’erano politici che volevano fare le terme ad Offida.la saluto a presto.

      • maria says:

        Io non vi ho accusato ho solo letto quello che avete scritto. Certo dopo si è corretto invece Amici ha preferito non partecipare più al blogL’emerito imbecile L’Assessore la ricevuto in Piazza Terme quando Franceschini e Mandozzi erano ad Acquasanta in campagna elettorale e Amici ha gridato: vergogna le terme le fatte ad Offida- Ventura(l’urlatore) gli ha risposto quello che si meritava.Preciso tutto questo mi è stato riferito io non c’ero. La cosa che mi stupisce che tutti gli Acquasantani presenti sono rimasti indifferenti (vedi omicidio Napoli). E’ questo il vero problema Acquasantano.INDIFFERENZA

        • acquasolfa says:

          Cara Maria l’accostamento alla situazione napoletana mi sembra un tantino esagerata, la verita’ e’ che la politica molte volte divide e in un paesino come il nostro non ne traiamo molti benefici.

  53. Lorenzo Ciarma says:

    Ero convinto che acquasolfa non avrebbe capito lo spirito del mio post, ma fa lo stesso. Le idee una volta fuse bisogna metterle in atto ed è questo il suo grande limite.
    Per maria – No non è Francesco che non vuole la Festa in paese, Francesco è una persona pragmatica e sa delle difficoltà di certe scelte, anchio daltronte le ho sottolineate, ma ho anche detto che se siamo in molti possiamo pensare ad un salto di qualità che non necessariamente debba riguardare solo la Festa d’Autunno. Ciao

    • maria says:

      Dobbiamo essere veramente tanti per realizzare quello che tu dici ed iniziare un mese prima i preparativi. è come fare un trapianto di cervello a molti Acquasantani

    • maria says:

      Caro Loerenzo la F.d. A. è un falso problema. Noi dobbiamo al più presto sbloccare la situazione Termale, (Fiorilli e piscina_grotta). Tutto il resto poi si risolve facilmente. Dobbiamo legare le nuove generazioni al territorio altrimenti partono e non torneranno mai più. Assessore Amici, andavi dicendo che tii incatenavi? Forse è giunta l’ora.

      • acquasolfa says:

        cara Maria,so’ che non dovrei essere io a darle queste notizie,forse l’idea delle terme vetreria sara’ da abbandonare,prossimamente ci sara’ un articolo nel blog che spieghera’ meglio(stiamo cercando informazioni dettagliate),spero che nel frattempo qualcuno dell’amministrazione porti lumi sulla situazione alla povera gente come te e come me che aveva l’illusione della rinascita acquasantana ……quindi se ci fosse rimasta solo la piscina-grotta mi verrebbe da dire : campa cavallo che l’erba cresce!!!

  54. Lorenzo Ciarma says:

    Chiedo scusa ad acquasolfa ho frainteso un post, daltronte a volte i post arrivano in maniera temporale un pò bislacca ( mi riferisco a quello del 30/10/09 h 20.56)

    • acquasolfa says:

      Scuse accettate ovviamente, ci scusiamo con te e con tutte le persone che non ritrovano il “filo temporale” della discussione ma questo purtroppo è un problema di wordpress che ci offre questo spazio…almeno credo!

  55. maria says:

    Caro Lorenzo, un’altro comitato? Non basta Comune, Proloco Ad Acquas Nuova Era ecc.. siamo rimasti in quattro e ancora facciamo comitati?Classico Acquasantano. Vogliamo scegliere il compagno di viaggio e questo come bensai non è possibile Ci sono già enti preposti e li che dobiamo andare se abbiamo le p…Lo so che tu ne hai tre.Ah,ah oggi mi va di scherzare. Scusa

  56. roberto says:

    bravo Lorenzo,grazie dell’art .del 31 0tt0bre.Cosi’si parla e si progettano le cose,fa piacere sentire che qualcuno ha delle ottime idee.Mi pare anche giusto che ci vuole collaborazione da parte di tanti,spero che tutto cio’si possa realizzare.Se mi pemettete vorrei dire qualcosa sulla gia’ EX PISCINA del mega PARCOCEMENTO RIO ,non sarebbe il caso di scaricare quella putrida palude che si è creata all’interno della vasca dell’ex piscina,eliminando cosi’migliaia di larve di insetti,che creeranno nei prossimi mesi zanzare e tafani a piu’non posso?

  57. maria says:

    La piscina non viene vuotata perchè hanno deciso di far bere l’acqua al committente Avv.Fioravanti e Progettisti Orsini-Calvelli-Ing. Fioravanti.Voci di palazzo dicono che gli fanno causa

  58. Ferretti Pierluigi says:

    Giorno a tutti.
    Lorenzo ha detto: Si dovranno trovare soluzioni a fatti concreti come quello di cucinare in prodotti tipici nel rispetto delle norme vigenti facendo attenzione ai costi.

    Secondo me la cosa fondamentale per una sagra si basa sopratutto sul cucinato dei prodotti tipici,forse una volta si poteva cucinare piu’ alla carlona non c’erano leggi o controlli come attualmente eistono per cui e’ impossibile organizzare sagre come hai tempi addietro.E come si potrebbe fare per far partecipare attivamente queste persone di acquasanta che negli anni addietro si son sempre ritrovati uno vicino all’altro con i loro stand a vedere i loro prodotti???
    Adesso come adesso i vecchi stand non sono piu’ a norma e sostituiti dai cattering si chiamano cosi?? bho!! E che facciamo vogliamo organizzare una festa e far partecipare attivamente la gente di acquasanta ma non abbiamo le strutture necessare??Come si potrebbero comprare questi benedetti cattering??,puo’ essere che il comune riesce a spendere 20.000-30.000 euro in pu’ rispetto all’anno scorso per l’appalto della mensa data a delle ditte sconosciute e non riesce a pensare di comprarsi le strutture adatte per poter organizzare questa benedetta festa nel miglior modo possibile?? 1°)Si deve dare una struttura a norma per cucinato 2°)i prezzi degli stand o cattering non devono essere stratosferici ma solo simbolici (300-400-500-600-700 euro e chi li guadagna??Ma avete mai fatto i commercianti??penso di no.) 3°) Il comune o la pro-loco o altri enti devono imporre con accordo dei partecipanti i prezzi per la vendita di qualciasi merce,tutti presentano al comune un loro listino dei prezzi e il comune stesso valutera’ il prezzo di vendita di questi prodotti e decidera’ su quale prezzo fisso si dovranno vendere questi prodotti.
    E poi basta fare la sagra in quel posto squallido,chiamate dario argento e fategli girare un fiml orror,titolo: METAMORFASI LETALE.

    • acquasolfa says:

      ahaha,ottima idea per il film Horror.forse si e’ fatta confusione,gli stand degli espositori non devono essere a norma ,bastano due tubi e un po’ di cortecce,il discorso cambia se poi c’e’ la degustazione,ma ogniuno provvedera’ a se stesso.il problema e’ per il cucinato,una soluzione facile sarebbe affittare una cucina a norma,(tipo rimorchietto)ma a mio avviso collasserebbe alla richiesta di innumerevoli porzioni da distribuire,l’altra soluzione sarebbe allestire una cucina a norma fissa,magari in un locale posto sotto l’edificio comunale,cosi’ da sfruttare gli spazi p.za Latini e il parcheggio vicino alla banca come posti per allestire tavolini e coperture (questa e’ solo un idea!!),per le grigliate invece penso che non ci siano problemi,naturalmente il cibo dev’ essere maneggiato da persone con “licenza” igienico/sanitaria. Invece per quanto riguarda i posti assegnati ,bisogna cercare di mischiare un po’ il tutto e non 10 espositori dello stesso prodotto tutti insieme, i prezzi dovranno essere naturalmente bassi,non superare i 50€,chi ha bisogno di piu’ spazio invece,gli verra’ di poco alzata la tariffa.per il prezzo fisso invece sara’ difficile, secondo me e’ possibile attuare questa opzione solo ad alcuni prodotti.Ripeto,questa e’ solo un idea.a presto.

  59. roberto says:

    cause,contenziosi contestazioni,guerre, scazzottate,mazzate in testa,con cittadini con la Dirigenza termale,con i progettisti.Ma dove siamo in Pakistan?Questo dovrebbe essere un piccolo paese dove poter vivere bene e da persone tranquille.Invece siamo come Guelfi e Ghibellini,siamo medievali non di creativita’ artistica ma come mentalita’ ottusa e antica.Il risultato è lo stesso che dicevo in un precedente articolo,spopolamento indifferenza,menefreghismo e confusione totale.Naturalmente un grosso spreco di denaro pubblico e poi c’è difficolta a tenere Zive come operatore ecologico.MA MI FACCIA IL PIACERE dicev a il grande Toto’.E IO PAGO.

    • romolo de matteis says:

      condivido in pieno quello che dici. In questo paese le vecchie amministrazioni (la nuova non ha fatto niente o poco per non sbagliare)hanno sperperato denaro in opere faraoniche (solo per far vedere che qualche cosa si faceva) senza senso, brutte e soprattutto senza seguire i lavori,con il risultato di ritrovarci oggi questi luoghi fatiscenti.Chissà se avessero dormito tranquilli se le loro case fossero state costruite con il cemento del parco rio?( vedi parco rio parco giochi scuole elementari passeggiatoio ibea ecc).Adesso sento parlare che si farà un nuovo parcheggio sotto Temasse de breciò,è vero, uno può andare in comune a seguire i consigli comunali ed informarsi, ma sarebbe forse bello se gli amministratori( che entravano nelle nostre case a cercarci il voto)scendessero tra la gente acquasantana a sentire opinioni,commenti e consigli.Purtroppo manca secondo me l’amore per questo paese ma soprattutto manca la modestia la semplicità e soprattutto l’umiltà.Avete mai visto il sindaco venire in piazza solo per ascoltare le opinioni della gente?Una mia utopia ? avereun sindaco (simil podestà) che lo faccia a tempo pieno e che senta le opinioni della gente, decidendo di conseguenza quello che e il meglio per la comunità.

      • acquasolfa says:

        Caro Romolo, purtroppo a quanto possiamo vedere l’amministrazione non cerca neanche di seguire le discussioni che vengono portate avanti in questo blog, anzi le ha abbandonate da tempo! Qui non si tratta di scendere in piazza ed ascoltare, magari in piazza piove e fa freddo, si tratta solo di accendere un pc e vedere cosa gli acquasantani dicono…

  60. maria says:

    Hai ragione guarda il Pd locale.Le vecchie volpi non lasciano spazio ai Bravi Ragazzi come Benedetto, Irene, Sara ecc..

  61. roberto says:

    vedi Maria i vecchi partiti(quasi tutti)sono il simbolo del vecchio,ci fanno parte personaggi che si prendono a cuore la causa,l’ideologia del partito,l’odio per gli altri che non la pensano come loro.Si creano delle specie di sette,come per le varie religioni cristiane o protestanti,tutti si chiudono in una specie di comunita’,si mettono i paraocchi,e non guardano oltre i 45 gradi.Io credo di essre una persona libera,amo solo la natura e la bellezza che mi circonda.sono amico di tutti,e non mi meraviglio che non si fa spazio a bravi ragazzi con nuove idee e voglia di fare all’interno dei partiti stessi.

  62. romolo de matteis says:

    riferito alle vecchie volpi del PD veramente siamo noi (io no) che continuiamo a sostenerli e tenerli nel nostro pollaio. Su Irene e Betto pur riconoscendo loro serietà ed onestà,rischiano di fare la fine di quel bambino di legno che si era affidato a quelle oneste persone chiamate il gatto e la volpe

  63. romolo de matteis says:

    quando scrivo me manca nu piezze che ne vede.A parte questo cara Maria io non sono il moschettiere di nessuno,(o forse di tutti) sono un amico dell’assessore e da amico senza nascondermi lo lodo e lo critico nei suoi enormi pregi e tanti difetti .Premetto che fra i tanti motivi che quest’anno mi hanno indotto a non partecipare come volontario all’organizzazione della festa (che va fatta soprattutto con il cuore poi con gli interessi) vi e una mia presa di distanza da questa amministrazione comunale che non vedo affatto efficiente.
    Però voglio però anche ricordare ai lor signori che l’assesore Amici assieme al sottoscritto, al gruppo Giovani Insieme ed il grande DON PIERO è dal 1991 che si adopera per risollevare le sorti di questo MERDA di paese, senza guadagnare una lira anzi rimettendoci.Non sapendo chi sei mi sento di dirti Maria ma tu dov’eri?………………….
    A Irene riconfermando la mia stima e simpatia nei tuoi confronti,io ricordo che alle elezioni provinciali eri sul palco del cinema combattenti attorniata dai signori del PD acquasantano che ti presentavano in pompa magna come loro candidata.(premetto che per affidata intendevo politicamente)

    • maria says:

      Vedi carissimo Romolo accetto le tue critiche perchè sei una persona che con i tuoi pregi e difetti hai partecipato attivamente alla vita del paese.E’ vero io non c’ero e mi vergogno di questo. Spero di recuperare. Irene è una brava ragazza che deve maturare. Il PD LOCALE è UNA BUONA PALESTRA

      • acquasolfa says:

        ancora c’e’ gente che crede nella politica??? il pd locale una buona palestra??? se Irene maturera’ non sara’ sicuramente merito del pd,ma suo. che peccato nascondere le buone persone e le buone idee dietro ad un partito….

      • IrenA says:

        Irene c’ha trentanni e non deve di certo maturare una coscienza politica all’interno del PD acquasantano.
        @ Romolo se c’erano quegli esponenti del PD a presentarmi i Pompa Magna è perchè quelli che mi ci hanno fatto entrare nel PD poi se ne sono lavati le mani…

      • maria says:

        Perchè forse non se le volevano sporcare visto che alle elezioni del segretario del Pd locale ha votato anche Milton e le suore cammellate(Alla Centini)non dovevi stare al gioco.Non si matura a 30 anni

        • IrenA says:

          Infatti sono matura già da tempo…
          e non è vero che non si volevano sporcare le mani…
          hanno tenuto i piedi in due staffe…è una questione di comodità

          • maria says:

            Quali staffe? Ho sentito dire addirittura che a Rita Spalazzi volevano ritirare la Tessera perchè aveva dichiarato il suo voto a Rossi

  64. maria says:

    IO credo nella politica, non credo nei partiti politici odierni, neanche del PD-UDC locale.

    • acquasolfa says:

      Contraddittorio affermare che “Il PD LOCALE è UNA BUONA PALESTRA” e nel commento successivo dire “IO credo nella politica, non credo nei partiti politici odierni, neanche del PD-UDC locale”,non credi?

      • maria says:

        Era in senso ironico Palestra
        maria Dice:
        1 Novembre 2009 alle 15:57 | Replica Hai ragione guarda il Pd locale.Le vecchie volpi non lasciano spazio ai Bravi Ragazzi come Benedetto, Irene, Sara ecc..

        • acquasolfa says:

          oooooooook! comprì!

          • romolo de matteis says:

            acquasolfa sarei interessato a sapere cosa ne pensa la popolazione del blog sul fatto che un giorno la salaria passerà fuori. Tu cosa pensi?

          • maria says:

            Perche noi pensiamo?L’Assessore prima di fare l’impiamto d’irrigazione ai giardini lo deve fare al suo cervello.Scherzo
            La Salaria passerà fuori quando sarà finito il Ponte sullo Stretto. Mai. Se il miracolo si realizzerà Acquasanta diventerà come Norcia? Come Mozzano? Dipenderà dagli Acquasantani
            Romolo ti piacerebe farmi una bella multa,eh?Ah,ah…

          • acquasolfa says:

            Io penso che sarebbe una disfatta completa….guarda Arquata per esempio,ha fatto “slittare” il progetto Salaria perche’ la strada escludeva Trisungo……Ad Acquasanta invece e’ un problema,non si possono stender i panni!!oppure troppo traffico!!! ahahahaa,e’ 2000 anni che c’e’ la strada ma adesso a qualcuno non piace piu’.Sono del pensiero che forse andrebbe allargata o leggermente modificata,ma questa strada e’ una fonte di guadagno e di sponsorizzazione e non sono d’accordo con chi pensa che le sole terme possano bastare.

          • romolo de matteis says:

            condivido pienamente quello che dice acquasolfa. gli esempi trisungo ,ponte d’arli ,centrale.Poi vedete Norcia che con il suo successo comunque la strada se la fa fiancheggiare lungo le mura (mica coglioni sti nursini).Poi mettiamoci anche dalla parte dei commercianti anche se privi di iniziative sono sempre l’anima del commercio( immaginatevi acquasanta con un bar un macellaio con meno tutto) oooh……. in fondo sti commercianti pagano pure piu tasse di noi …(speriamo). A premetto che è stato appaltata l’ultima tratta di 20 km che entro questi 3 anni verrà finita della superstrada che da Civitanova porta a Foligno,Perugia cosa che creerà una drastica riduzione del traffico pesante sulla nostra salaria,in quanto i i tir che attraversano il nostro paese e diretto prevalentemente a Livorno Perugia ecc.

    • romolo de matteis says:

      oi mari’ oi mari’ ved che mo c’ ngmencem a capi’.Scherzo,i vecchi volponi del PD acquasantano sono sempre li arroccati sulle loro poltrone, pronti a dispensare promesse e posti di lavoro al popolo affamato che da loro va ad inchinarsi.(fra questi non escludo sindaci, assessori,e consiglieri comunali passati ed attuali). Forse e ora che cominciamo a muoverci noi tutti…. A… premetto, io sono per il podestà. Con questo termine intendo un sindaco con i Coglioni che sappia assumere lui il comando della nave che faccia il suo lavoro a tempo pieno e che si veda in giro per il paese ad ascoltare le problematiche esistenti.
      oggi ho voglia di scherzare.Sapete ho messo in atto alcuni consigli che un amico mi ha suggerito,nel senso che quando vedo un communista comincio a pregare, perche poverini sono malati e che vanno aiutati con le preghiere in quanto non guariranno mai

      • maria says:

        Allora prega per il Tuo Amico Communista dicono che porta anche sfiga. Purtroppo il nostro Sindaco i Coglioni non li porta ma ha un bel seno per voi Podestà è il massimo vedi Il capo dei capi Silvio. Ho saputo che c’è un consigliere che ha tre palle , ti può interessare. Anche io scherzo
        torniamo seri
        Da come racconti, prima li voti poi li dispezzi.Perchè? Cosa è successo?Caro Romolo attenzione gatta ci cova

      • de matteis romolo says:

        Ho votato la prima volta fioravanti e me ne sono pentito ho votato questa amministrazione e ho sbagliato un-altra volta.Il perche e sotto gli occhi di tutti.Comunque se la gatta ci covava non avrei stimato e continuato a stimare l assessore Amici e il consigliere Ciarma,che comunque qualche cosa di buono hanno fatto.Certo e” che il vecchio sindaco Fioravanti un pregio lo aveva, ed era quello di saper comandare prendendo decisioni autonome, facendo filare dritto tutti all interno del comune,proprio come fa adesso Silvio.
        Certo a Marrazzo avrebbe fatto piacere conoscere un sindaco con un bel seno e con tre palle+iva AL 33 cm %
        Sul pensiero dubbioso che sfiora la tua mente, se un giorno vorrai ti potro dare personalmente delle mie chiare spiegazioni,come ho gia fatto con Amici e Ciarma. Sempre se hai voglia di gettare la maschera di Maria alle ortiche

      • maria says:

        Belle le decisioni autonome e io pago. Vedi piscina parco rio. Critica da tutto il Blog. perfino dall’Assessore tuo amico. Porco di qua e porco di là. Questo vuol dire saper comandare.Almeno il Duce aveva messo la luce nei campi ,L’avvocato che cavolo ha fatto? Solo danni. Nella mia mente tornerà il sereno quando ti vedrò zappare nei giardini con F…o,e L…i. Scherzo

      • maria says:

        Romolo l’anonimato è la regola del Blog. Se dico il mio nome quando passo a Norcia mi ritiri la patente e Amici mi fa la pele.Ah,ah….

      • romolo de matteis says:

        nooo perche dovrei ritirarti la patente.
        Nella tua mente allora c’è già il sereno perche i giardini li ho già zappati.( mi sono fatto un culo) Guarda i giardini fuori il new garden sono verdi e anche grazie a me, francesco Amci ci, lorenzo ciarma, gegge, piero de fi,chiedo scusa degl’altri che non ricordo
        A preciso avevo suggerito all’assessore amici e ciarma di predisporre sin dall’origine un impianto di irrigazione cosi da completare almeno un’opera acquasantana ma,questo non e stato possibile per carenza di soldi………………………………………(una critica all’assessore Amici) io i soldi avrei cercato di trovarli a tutti i costi risparmiando magari su altre spese inutili

  65. pierluigi says:

    acquasolfa puoi rimuovere gli ultimi 2 tuoi commenti che ormai li abbiamo imparati a memoria??
    Acchio Maria parole dure contro Romoletto,mo quando legge!!
    Comunuqe il Capo dei Capi nessuno lo ha mai saputo interpretare, Il capo dei capi e’ Dash 2in1 (Silvio-riina) Il vero capo dei capi e’ Silvina su cagna’.

  66. maria says:

    Comunque Bravi per i bei Giardini. Mi ricordo fino a qualche anno fà d’estate quando tirava vento sembrava d’essere nel deserto e per non dire degli escrementi dei cani. La situazione è notevolmente migliorata.
    Acquasolfa altra cosa positiva
    Altro indizio
    Nella mia mente tornerà il sereno quando ti vedrò zappare nei giardini con Fa..o,e Lu..i. Scherzo

    • acquasolfa says:

      altra cosa positiva curare un giardino???siamo messi proprio male allora……..un elogio comunque va’ a chi di spontanea volonta’ c’ha messo mano.

      • maria says:

        Hanno fatto qualcosa di positivo. Meglio di come erano 3 anni fà. Ho visto molti sposi scattare delle foto sia sulla Piazza che ai Giardini. Cosa impensabile prima della caduta del Podesta

    • de matteis romolo says:

      scusa mari ma chi so sti Fa..o e lu..i. ho un sospetto ma non sono sicuro chi siano

  67. Lorenzo Ciarma says:

    Vorrei far tornare l’attenzione sul blog di questa pagina. Come!? Dopo tante critiche, proposte ad alcune banali polemiche si è cambiato radicalmente il soggetto della discussione.
    Non dico che tutto il resto sia meno importante, ma se vogliamo fare qualcosa insieme il mio invito resta sempre valido.
    Non vorrei dover pensare che il blog sia stato creato solo per inasprire gli animi, per accanirsi contro coloro che hanno organizzato la Festa d’Autunno, il tutto in maniera gratuita ed anonima senza poi giungere a qualcosa di fattibile.
    Perchè se cosi fosse ognuno di noi ne potrà trarre le dovute conclusioni.
    Mi permetto, visto che ci sono, di commentare alcuni ultimi post.
    Il sindaco con le palle come dice Romolo è e resta una pia illusione, perchè dobbiamo specificare cosa questo vuol dire.
    Cio che regola una ammistrazione è dettato da leggi e regolamenti che se disattesi portano coloro che le infrangono difronte a responsabiltà penali, pertanto coloro che rivestono cariche importanti questo non possono farlo.
    Si ha un bel dire quando non si rischia nulla o come dice qualcuno “fare il gay con un il culo degli alltri “(scusatemi della battuta, ma rende l’idea).
    Le cose non si fanno con le palle, ma con razionalitò; le cose non si fanno sull’onda dell’emotività, ma con la programmazione.
    La questione grotta-piscina ne è un esempio. Cosa si doveva fare o dire ai Ferranti “fuori dalle scatole xchè ho le palle” o invece instruire con razionalità una causa che ha portato di fatto alla revoca della concessione.
    La prima soluzione emotivamente avrebbe portato consensi e gratificanti pacche sulle spalle, dubito fortemente che avrebbe avuto risultati.
    Con Romolo ne abbiamo discusso fino allo sfinimento però vedo che continua ad avere il mito del super uomo. Anche il ns presidente del consiglio ha fatto proclami a non finire e lui è uno che sa giocare sull’emotività, ma i risultati tangibili sinceramente stento ad individuarli. Va detto che vorrei tanti Romolo x Acquasanta, una persona che non ha mai negato la sua collaborazione, cosi come Billy, Gegè e qualcun’altro. Il giardino ne è un esempio ed è grazie a Francesco che con infinite inc….ture riusci a trovare la copertura finanziaria x il prato, risultò all’epoca impossibile trovarla anche x l’impianto idrico.
    Troppo spesso purtroppo quello che si vorrebbe non è mai quello che si riesce a fare, ma se uniamo insieme i ns sforzi magari quello che si riesce a fare sarebbe maggiore.
    Termino con una citazione di John Fitzgerald Kennedy ” ..Non chiederti che cosa fa lo stato per te, ma chiediti cosa fai tu per lo stato” …ad ognuno di noi la debita riflessione. Ciao.

    • romolo de matteis says:

      caro Ciarma attualmente devo dire che siamo amministrati regolarmente e legalmente,(proprio come se ci fosse il commissario prefettizio),il sindaco cosi forse lo so fare anche io.Ho potuto vedere a Norcia come amministrava il sindaco Alemanno e devo dire che di palle ne aveva 10.

      • pierluigi says:

        La famosa frase de capeccio’: prima te spacche la testa a lebbritte puo’ faceme a causa.
        Ci vorrebbe un bel sindaco che la pensa allo stesso modo……Romolo mi presento come futuro sindaco firmatutto,facciamo na bella lista di gente che non segue le regole ma le imbroglia poi iddio la creo’.

      • maria says:

        Vogliamo proprio ritornare ad Amministrare come fino a 20 anni fà? Allora scusatemi siamo proprio pazzi

    • acquasolfa says:

      Caro Ciarma, il blog come ben sai non è stato istituito per criticare la festa dell’autunno…ahahahah! anzi la trovo proprio buona come battuta! Dici che noi grazie al beneamato anonimato critichiamo e deviamo il discorso? Peccato che anche tu in questo commento non stai discutendo della festa ma di altro.
      Vogliamo rientrare nei ranghi?
      Approfondiamo la questione di un comitato per la festa dell’autunno:
      – aperto a tutti i cittadini (offriamo ovviamente anche il blog come mezzo per le discussioni, che in maniera civile possono essere affrontate con le idee di tutti)
      – che si raffronta direttamente con l’amministrazione (che RISPONDE e chiarisce eventuali pro e contro di ogni punto di discussione)
      – che prende la questione per tempo (già da adesso si possono iniziare i dibattiti, ci guardiamo attorno e facciamo proposte e presentiamo stime dei costi)
      – che gestisce la cosa in assoluta TRASPARENZA (tutte le decisioni rese pubbliche su questo e su altri siti a costo ZERO!)
      Possiamo riaprire la discussione partendo da qui? Mi sembra un buon punto, se vogliamo possiamo proporre un nuovo articolo con questi punti e vedere cosa ne pensano i nostri amici!

      • pierluigi says:

        acquasolfa la tua risata mi sembra un po’ troppo eccessiva per rimanere nei ranghi di questa discussione…….il tuo modo precisino di porti non e’ che sia un granche’ di simpatia…..potresti rispondere solo per te non per gli altri.Sopra hai specificato: (Dici che noi grazie al beneamato anonimato critichiamo e deviamo il discorso? Peccato che anche tu ) noi-tu.Ma chi sei per decidere il noi contro il tu??’Parla per te no?? Potrei essere un anonimo che la pensa diversamente e non condivito il tuo comportamento.Anzi invece di dire bla bla bla bla partecipa anche tu’ attivamente senza astio nei confronti dei replicanti e non fare troppo il precisino nei blog, non serve…per me questa discussione che va avanti sembra inutile,oltre che fare qualche battuta non serve a nulla faresti bene a chiuderla.

        • acquasolfa says:

          caro Pierluigi rispetto la sua idea ma cosa intende per “precisino”? forse il fatto di rispondere in modo educato e con rispetto verso gli altri?le ripeto che noi poniamo domande e pretendiamo risposte ….penso come lei e come tutti i cittadini.Per quanto riguarda l’anonimato basta fare un giro nei commenti per vedere che il 90% dei commenti sono anonimi, non si chiede il perche?Le do’ ragione su quanto riguarda la discussione,ma come spesso accade un problema ne porta un altro e poi un altro ancora,e naturalmente ogniuno vuol dire la sua. La saluto.

        • acquasolfa says:

          di isterico c’è ben poco, purtroppo non riesci a capire che il “noi” era riferito a “noi” che gestiamo il blog, non a “noi” che commentiamo il blog. tranquillo che in tuo nome non stiamo dicendo niente, sei solamente tu che ancora una volta capisci male e parti a mille!
          Purtroppo credo che il tuo astio è dovuto al fatto che leggi poco e commenti tanto per fare battute. A volte posso essere daccordo con te sul farle, ma troppo spesso fai del populismo e scrivi cose a sproposito come adesso: commenti una nostra replica a ciarma in cui si propone un comitato per la festa dell’autunno da diffondere proprio qui attraverso il blog, e tu cosa mi dici? che noi “bla bla bla” e non partecipiamo attivamente! ahahahah scusami ma qua la risata ci sta tutta, e lo scrivo stavolta in grassetto non voglio deriderti e fare il precisino ma è per colpa tua che parli e non sai di cosa tratti!

  68. maria says:

    Leggermente allargata ?Come? Buttando a terra altre case? Se vogliamo continuare a fare la Politica del caffè la strada deve rimanere così. Altrimenti deve pasare fuori e contestualmente deve ripartire lo sviluppo termale altrimenti facciamo la fine d’Arquata

    • romolo de matteis says:

      magari come arquata il sindaco si e incatenato per imbottigliare l’acqua.a fatto un sacco di casino per far passare la salaria dentro il paese hanno un palasport,ed altre strutture eccezzionali rispetto ad acquasanta.e lu nuostre che fa (a dimenticavo cià li pocce no li palle)

      • maria says:

        Caro Romolo, si è incatenato e poi?L’acqua che fine ha fatto?Il problema d’acquasanta non è il sindaco è gli acquasantani. Come bensai alle ultime elezioni ad Arquata hanno fatto una sola lista(una era finta).ad Acquasanta TRE, CHE UNITE INSIEME POTEVANO REALIZZARNE UNA DISCRETA Tutti vogliono la Poltrona e nessuno vuole lavorare per il bene comune. Ne siete pochi ha farlo. Fra un anno si rivota e già ci sono i candidati Sindaci vado a ruota libera: Ventura- Fioravanti- Palanca P- Tocchi- Brandimarti- Buonvecchi- Capriotti L-Capriotti B -Troiani Voglio vedere questa volta quante liste ci saranno. Ne te fa veni mente de candedarte pure tu se lu fè fe la fine de Amici e Ciarma

      • de matteis romolo says:

        Secondo me l’assessore Amici e una Ferrari guidata da un ubriaco; nel senso che all’interno del comune non vi è una persona che lo affianca e che l’aiuta.Secondo me l’assessore e una risorsa umana eccezionale di energia e passione solo che come una Ferrari va saputa guidare.io molte volte evito personalmente di criticarlo per non stressarlo (sennò retorce l’uocchie pe ne szuu), però e l’unica persona che si vede in piazza a subire le nostre critiche.Ritornando alla festa d’autunno, con tutte le critiche che si possono fare io mi sento di dire che le scorse feste sotto la gestione di Amici e poi Ciarma non sono andate poi cosi’ male.devo dire inoltre che sono sempre stati disposti ad acconsentire a delle mie bizzarre idee come quella di riempire il corso di ricci di castagne.Quella di allestire lo stand delle castagne arroste sopra il parco rio con quel fortino in legno realizzato 3-4 anni fa da me billy e company con annesso alla distribuzione di castagne (venduti 17 qt di marroni arrosti con incasso misero per alcuni di 1800 euro circa )la dimostrazione della torchiatura dell’uva e bollittura del mosto, nonchè una zona dimostrativa di una ricciara dove il turista andava a sfercecà che na ceppa per trovare i marroni, e a fianco un zona con muschio dove vi erano impiantati funghi di diverse varietà e ghiande di cerro (che sono 4 volte più grandi delle altre .AAAH i marroni (rigorosamente locali) arrosti venivano da noi venduti ad 1,5 euro a sacchetto di circa 400 gr. e 2,00 euro con bicchiere di vino, per me questa e promozione del territorio… Oggi sò fatte neccò lu freciute.
        Dimenticavo Sapete dove lavoro (avvisatemi quando passa maria ) scherzo.. volevo dire che a Norcia il sindaco con 10 palle Alemanno, ha dato retta ad alcuni organizzatori e la sagra del tartufo, che si svolge in febbraio, da qualche anno si svolge sia nel secondo fine settimana di febbraio che nel terzo fine settimana. con buone possibilità di incappare in una buona giornata e con la contentezza degli stendisti che con la stessa cifra espongono per 2 fine settimana consecutivi.

  69. Lorenzo Ciarma says:

    E’ vero sono andato anch’io “fuori tema”e chiedo scusa, ma di fronte ad alcune affermazioni ho voluto solo chiarire alcuni punti Questo blog ribadisco mi sembre che sia stato creato per criticare la manifestazione, altrimenti non si capirebbe il senso del titolo, almeno che voi a certe parole diade una interpretazione del tutto personale. Smetto con la polemica e torno nel merito della questione, va benissimo un blog strettamente legato ad un eventuale comitato, idee, ecc, poi però dobbiamo realizzarle insieme, perchè purtroppo non basta solo discuterne. Ciao

    • acquasolfa says:

      signor Ciarma, la frase “lasciate ogni speranza o voi che entrate” era riferita a tutte quelle persone che da anni ci seguono e partecipano alla festa d’autunno e che nel passare degli anni hanno visto questa festa in continuo cambiamento (sempre peggiore). quindi possiamo anche tradurla in : non aspettatevi la festa degli anni passati. va bene cosi’?

    • acquasolfa says:

      Altra precisazione a scanso di possibili manie di persecuzione: il blog è stato creato il 22 agosto 2009 e di articoli ne sono stati scritti 68…pensare veramente che tutto questo venga montato su per la festa dell’autunno mi sembra abbastanza inverosimile.

  70. maria says:

    Romolo,una volta c’era un Sindaco ubriacone adesso abbiamo un Assessore ubriacone.Visto che le cose migliorano.Battuta scherzosa
    Hai ragione in quel periodo la Festa aveva preso un bel tono Mi piaceva vedere tutti gli Acquasantani al lavoro per una causa più o meno comune. Una volta ho visto anche Giuditta. Strano

    • de matteis romolo says:

      La giudi e un pò acidina ma è in gamba, a volte bisogna essere pazienti saper coinvolgere le persone.
      se l’hai notata significa che sei stata allo stand delle castagne di qualche anno fa. Dammi un tuo parere su come era allestito.

  71. de matteis romolo says:

    scusa mari ma chi so sti Fa..o e lu..i. ho un sospetto ma non sono sicuro chi siano

  72. de matteis romolo( podestà) says:

    ritornando al discorso di Ciarma del 7 Novembre 2009 alle 16:17 , sarò palloso ma ritornando alle prerogative, e poteri decisionali che un sindaco può avere, vorrei citare il sindaco di arquata che, anche quest’anno ha fatto organizzare la festa come molti hanno visto,rischiando il culo veramente.poi volevo citare quel sindaco che Ha emanato un’ordinanza che punisce chi toglie i crocefissi dai locali pubblici,andando contro la sentenza dellla corte di…… Strasburgo?
    Bene, si condivida o no questi sindaci hanno cacciato le palle, questi sindaci forse hanno capito che leggi e regolamenti italiani vanno interpretati come in fondo fa la nostra magistratura e non seguiti alla lettera come si fa da noi(altrimenti gli avvocati non avrebbero modo di esistere).Se seguiamo schemi regolamenti e leggi alla lettera che cosa e chi andiamo a votare, teniamoci un commissario che ci amministra. Ritornando al discorso di fare il gay con il culo degli altri, scusa ciarma ma se l’attuale sindaco non vuole rischiare nulla, perche si è candidata? La sua candidatura e stata una sua scelta ,(senza che nessun medico prescrivesse con impegnativa tale presa d’incarico)

    • maria says:

      Caro Romolo, quello che tu dic è dittatura. W il Podesta. Le leggi non vanno interpretate ma vanno rispettate oppure se non si reputano giuste vanno cambiate ,modificate ma in modo democratico.
      Ho sentito dire che La Ferrrari Pazza vuole organizzare un tavolo di confronto con tutti gli enti interessati all’organizzazione delle SAGRE a livello provinciale -regionale. Forse siamo sulla strada giusta. Questa è democrazia

      • romolo de matteis(podestà) says:

        L’assessore e una ferrari i pazzi sono quelli che lo affiancano consigliandolo male.del tavolo di confronto non so nulla.(dici che gli daranno retta? noi pesiamo molto poco politicamente.
        Sul fatto delle leggi chedi ad un avvocato se non è come ti dico (forse ti sentirai rispondere che la legge italiana e come la pelle dei cogli…..ni c’è chi la tira da una parte e chi da un’altra) e questo sia ha parlato il padestà.hahahahah

        • maria says:

          L’Assaessore è Pazzo, come tutti gli Assessori che lo hanno preceduto Patrizia Giancarlo Peppe se non sei pazzo non fai L’Assesore al Turismo ad Acquasanta TERME Scherzo è una Battuta con un fondo di verità

  73. roberto says:

    X romolo caramba:non credere che sia esagerato rispettare certe leggi e regole,perchè quando ci si trova coinvolti in un infortunio bisogna pararsi il culetto da personaggi che cercano risarcimenti stratosferici per piccoli danni. ne so qualcosa.Detto questo,a proposito di sagre e manifestazioni,sono capitato per caso domenica ad Amandola,che nonostante il tempo autunnale organizza la sagra di prodotti tipici e tartufo da un po’di anni.L’impressione che ho avuto(sagra naturalmente che si svolge lungo le vie del paese),è quella delle defunte Feste d’Autunno quando il nostro ormai povero e semidistrutto paesello organizzava tanti anni fa e come purtroppo non si fa piu’.Mi sono informato sui danni della demenza che puo’creare l’esalazione di acido solfidrico,oltre l’asfissia a forti dosi,a piccole dosi crea rilassamento dei muscoli e da noi anche cerebrale visto come stanno andando le cose.Romole’ci sono pochi personaggi coi coglioni quadrati,se guardi attorno a te ogni tanto ne ve vedi uno che purtroppo si isola da tutti questi “sapientoni”che pensano di saper fare tutto invece stanno accumulando danni ed errori che ci stanno seriamente danneggiando l’immaginedel paese.Ormai è tardi per metterci una pezza.Non abbiamo altro che bruttezze su bruttezze da presentare ai turisti,e come dice Acquasolfa”Perdete ogni speranza voi che entrate”.A proposito di superschifezze ma quella specie di aborto di GARAGE con serranda inclinata con costruzione di SPONGA fatiscente e franabile che GIACE da anni chiuso e in rovina totale sulla Salaria alla fine della discesa dei giardini messo in bella vista per turisti e passanti,non pensate che sia soggetto per pericolosita’e bruttezza ad un interesse del Comune per una revisione statica della sicurezza e di una ristrutturazione?E poi si dice che vogliamo fare turismo d’elite.Maaaaaaaaaah

    • maria says:

      Caro Roberto, la serranda è proprietà della Famiglia Caucci come la terrazza davanti alla Farmacia. Questi sono alcuni Acquasantani che hanno le cellule danneggiate dai vapori solfurei. Oltretutto sono proprietari anche di un albergo. Come vedi Una pianta di patate non può fare le banane. La colpa è degli ACQUASANTANI tutti

      • IrenA says:

        ah!

        • maria says:

          Eh.Certo.IrenA Roberto ha ragioneLo dicono tutti. Noi acquasantani dobbiamo dare l’esempio. Anch’io ho un balcone abusivo. Mi sento una ladra. Non critichiamo sempre gli amministratori.Come dice Ciarma: Termino con una citazione di John Fitzgerald Kennedy ” ..Non chiederti che cosa fa lo stato per te, ma chiediti cosa fai tu per lo stato” …ad ognuno di noi la debita riflessione. Ciao.

    • romolo de matteis(podestà) says:

      caro roberto non condivido altrimenti il volantariato andrebbe a farsi friggere.condivido quello che dici sulla festa di amandola e condivido sulle bruttezze acquasantane (ringraziamo Prezzacemento e chi l’ha portato.per la serranda faticecente che dite e per il terrazzo di fronte la farmacia un sindaco con le pal.. no un sindaco normale avrebbe fatto un ordinanza per far ripristinare il tutto. A proposito di bruttezze acquasantane, qualche tempo fà si parlava di un nuovo parcheggio sotto il passo, dove il Prezzacemento si dice, sia riuscito a farsi finanziare dallo stato dei fondi per la nuova realizzazione.Di questo ne parlavo con l’assesore amici consigliandogli di non realizzare l’opera Prezzaventesca ma di fare i parcheggi come il terreno già permette in quanto e composto da 3 gradoni, quindi già predisposto per farci uscire 3 livelli di sosta lasciando i parcheggi senza asfalto ma con dell’erba come ormai molti fanno. Costo dell’ opera? 10,00 euro forse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: